ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAssicurazioni

Apollo vende, Gama Life è in pole per l’acquisizione di Amissima Vita

La controllata del private equity Apax sta consolidando il mercato europeo delle assicurazioni Vita, puntando sulla tecnologia e sulla sostenibilità

di Carlo Festa

2' di lettura

Sembra alle battute finali la vendita di Amissima Vita, controllata del fondo Apollo. Secondo indiscrezioni, sarebbe infatti in trattative conclusive la compagnia assicurativa Gama Life, controllata del private equity Apax Partners.

Apollo è così pronto a cedere l’altro suo ramo di attività, eredità dell’acquisizione del 2014 fatta sulle ex-assicurazioni della genovese Carige: sette anni fa erano stati acquisiti da un lato il polo Danni, che Hdi del gruppo Talanx ha rilevato recentemente, all’inizio di quest’anno. Ad Hdi è andato un portafoglio di circa 272 milioni di euro di polizze danni, frutto di un processo di ristrutturazione molto profondo attuato dal private equity internazionale.

Loading...

Dall’altro lato c’è il polo Vita, che con il marchio Amissima era rimasto sotto il diretto controllo del fondo Apollo. Amissima Vita ha chiuso il 2020 con premi per 809 milioni di euro, una raccolta netta pari a 230 milioni, riserve tecniche per 6,7 miliardi (in crescita del 4,6 per cento) e un utile netto di 27,9 milioni di euro.

Negli ultimi mesi il processo competitivo organizzato da Apollo su Amissima Vita è comunque continuato, anche se in modo riservato, e ora secondo le indiscrezioni si sarebbe arrivati a un esito: in pole position (advisor sarebbero Barclays e Bnp Paribas) ci sarebbe Gama Life, controllata del private equity internazionale Apax Partners, che punta a costituire un nuovo polo europeo nel settore assicurativo.

Gama Life sta, del resto, consolidando il mercato europeo delle assicurazioni Vita, trasformando le tradizionali compagnie del settore con un focus sulla tecnologia e sulla sostenibilità. Nel 2019 ha rilevato anche la portoghese GNB Vida dall’istituto di Lisbona Novo Banco.

Il dossier Amissima Vita in questi mesi è stato visionato sia da gruppi strategici sia da fondi di private equity: oltre a Gama Life, anche il gruppo finanziario Cinven, il gruppo European Insurance Consolidation Group (Eicg), Blackstone, Monument Re e, infine, la compagnia iberica Mediterraneo Vida.

Apollo ha rilevato le ex-assicurazioni di Carige e Carige Vita Nuova nel 2014. Poi nel 2016 il fondo Usa ha effettuato un aumento di capitale da 52 milioni di euro per rafforzare il gruppo.

L’operazione oggi allo studio rappresenta una delle transazioni più interessanti degli ultimi mesi, in una fase in cui ci sono numerosi riassetti tra i gruppi assicurativi di piccole e medie dimensioni.

La stessa Gama Life era infatti in corsa per acquistare anche Eurovita, il gruppo assicurativo specializzato nel ramo vita, creato in Italia dal fondo Cinven a partire dal 2016 con l’acquisizione e l’integrazione di Ergo Previdenza, Old Mutual Wealth Italy (ex Skandia) ed Eurovita Assicurazioni, a cui a fine 2019 si è aggiunta anche Pramerica Life. Le offerte erano arrivate all’advisor Deutsche Bank, oltre che da Gama Life, anche da Blackstone e ICG.

Resta ora da capire quale sarà l’esito di questo processo competitivo, dopo che Gama Life ha rivolto le sue attenzioni ad Amissima Vita.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti