Bev & Ricarica

A che punto è la dotazione di colonnine pubbliche in Italia

Aumentano i punti di ricarica presenti sul territorio nazionale. Migliora il Nord e il Centro. Male Suv e Isole

di Simonluca Pini

3' di lettura

Trovare una colonnina di ricarica. Sarà questo il primo pensiero per migliaia di automobilisti nei prossimi anni, quando l'auto elettrica diventerà una presenza sempre più costante sulle strade italiane. Nonostante oggi la quota di mercato di auto 100% completamente elettriche sia ancora marginale, grazie anche alla spinta dei maxi incentivi statali erogati, il futuro della mobilità sarà sempre più elettrificato e collegarsi ad una presa di ricarica diventerà una comune abitudine come fermarsi dal distributore.

Definizione di punto di ricarica

Prima di scoprire quanti sono i punti di ricarica è importante conoscerne il significato e le differenze. Si definisce «punto di ricarica o di rifornimento accessibile al pubblico» un punto di ricarica o di rifornimento per la fornitura di combustibile alternativo o elettricità che garantisce, a livello di Unione, un accesso non discriminatorio a tutti gli utenti.

Loading...

Può essere di potenza standard, che consente cioè il trasferimento di elettricità a un veicolo elettrico a una potenza pari o inferiore a 22 kW, o di potenza elevata, ossia consente il trasferimento di elettricità a un veicolo elettrico a potenza superiore a 22 kW. Il punto di ricarica di potenza elevata è dettagliato in legislazione nelle seguenti tipologie: veloce: superiore a 22 kW e pari o inferiore a 50 kW; ultra-veloce: superiore a 50 kW. La prima categoria (potenza Standard) comprende tutti i sistemi di ricarica in corrente alternata (AC - Modo 3) e i sistemi di ricarica in corrente continua di potenza fino a 22 kW (DC - Modo 4).

La seconda categoria (potenza Elevata) comprende tutti i sistemi di ricarica in corrente continua di potenza superiore a 22 kW (DC - Modo 4). Viene considerata stazione di ricarica l’infrastruttura che può ospitare uno o più punti di ricarica, in grado di ricaricare quindi anche più di un veicolo contemporaneamente

Quanti punti di ricarica per auto elettriche ci sono in Italia?

Al 30 settembre 2021, i punti di ricarica hanno raggiunto quota 24.794 suddivisi in 12.623 colonnine e dislocati su 10.019 location accessibili al pubblico. A fine dicembre 2020 sfioravamo le 20.000 e a marzo eravamo a 20.757 dislocati su 10.531 infrastrutture. A giugno erano invece 23.275 i punti di ricarica. Lo rende noto, Motus-E, associazione che raggruppa i principali attori della mobilità elettrica, attraverso la terza rilevazione trimestrale del 2021. L’incremento nel terzo trimestre dei punti di ricarica e delle stazioni è stato del 7%, mentre le location segnano un +6%.

Quasi 3000 punti di ricarica non collegati

Come rilevato da molti utilizzatori di auto elettriche, spesso si trovano colonnine non collegate o o non funzionanti. Infatti nonostante l’aumento dei punti di ricarica circa il 12% - circa 3000 punti -delle infrastrutture installate risulta attualmente non utilizzabile dagli utenti finali, in quanto non è stato finora possibile finalizzare il collegamento alla rete elettrica da parte del distributore di energia o per altre motivazioni autorizzative. Questa percentuale è però in miglioramento, se si considera il 22% di marzo e il 15% di giugno.

Punti di ricarica, la divisione nazionale e regionale

A livello geografico, il 57% circa dei punti di ricarica sono distribuiti nel Nord Italia, il 23% circa nel Centro mentre solo il 20% nel Sud e nelle Isole. Per quanto riguarda la divisione regionale, la Lombardia è la più connessa con con 4.380 punti pari al 18% del totale. A seguire troviamo Piemonte e Lazio (entrambe al 10% del totale), Emilia Romagna e Veneto (9% ognuna ) e Toscana (8%)

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti