ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùL’ultimo decreto del governo

Bollette, come funziona e come si ottiene il nuovo taglio

Con l’ultimo provvedimento approvato dall’esecutivo è stato confermato il rafforzamento dell’agevolazione in modo da sterilizzare l’impatto dei prossimi aumenti di luce e gas

di Celestina Dominelli

Mercato libero delle bollette, occhio agli inganni: c'è tempo fino a gennaio 2024

2' di lettura

I bonus sociali, lo sconto in bolletta per le famiglie in condizioni di disagio economico o fisico, saranno potenziati anche per il terzo trimestre in modo da sterilizzare l’effetto degli aumenti in arrivo per le fatture di luce e gas. È quanto prevede l’ultimo decreto anti-rincari approvato dal Consiglio dei ministri che stanzia altri 116 milioni di euro che vanno ad aggiungersi ai 518 milioni già messi in campo nel corso del 2021 per ridurre gli oneri generali e rafforzare i bonus sociali. La spesa media per i titolari delle agevolazioni non subirà particolari variazioni rispetto al trimestre precedente.

Bonus retroattivo per i nuovi assegnatari

Il decreto approvato dal governo ha però chiarito anche la natura retroattiva del beneficio e reso operativo l’innalzamento della soglia Isee (da 8.265 a 12mila euro) necessario per accedere all’agevolazione. Quanto al nodo della retroattività, il bonus sarà garantito da inizio anno per tutti coloro che, nel corso del 2022, raggiungeranno la vecchia asticella prevista dallo sconto in bolletta (8.265 euro): in questo caso, il beneficio sarà attivato a partire da gennaio.

Loading...

L’innalzamento della soglia Isee

Qualora, invece, si raggiungesse la nuova soglia, prevista da uno degli ultimi decreti licenziati dall’esecutivo, vale a dire 12mila euro, l’erogazione partirà da aprile poiché l’ampliamento dell’Isee è scattato a partire da questo mese. In entrambi i casi, come noto, per accedere al beneficio è necessario e sufficiente presentare la Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) ogni anno e ottenere un’attestazione di Isee entro l’asticella prevista per i bonus. O ancora, risultare titolari di reddito/pensione di cittadinanza.E questo perché dal 1° gennaio 2021, i bonus sociali elettrico, gas e acqua per disagio economico sono riconosciuti automaticamente agli utenti che ne hanno diritto.

La rimodulazione degli assegni

Spetterà quindi all’Authority, chiarisce il decreto approvato dal Cdm giovedì scorso, ridefinire gli assegni per il terzo trimestre «con l’obiettivo di mantenere inalterata rispetto al trimestre precedente la spesa dei clienti agevolati corrispondenti ai profili-tipo dei titolari dei suddetti benefici». E, proprio in virtù di questa rimodulazione, che servirà ad attutire l’impatto degli aumenti, l’Autorità rinvierà l’adeguamento annuale dei bonus sociali da riconoscere nel 2022 ai trimestri successivi.

Una campagna ad hoc per gli utenti

Inoltre l’Arera dovrà avviare, su richiesta del governo, una campagna ad hoc sui bonus sociali. Sarà quindi rafforzata l’informazione ai nuclei familiari su tale strumento con appositi messaggi nella fattura nei prossimi mesi. A supporto dell’informazione a favore dei consumatori, agirà come sempre il numero verde dello Sportello per il consumatore di Arera (800.166.654).

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti