Il 29 marzo

Bonus casa, martedì in edicola la guida del Sole 24 Ore

Non si tratta solo di super ecobonus e super sismabonus. Gli sconti fiscali coprono ormai tutte le possibilità di miglioramento della vita immobiliare degli italiani: ristrutturare, mantenere in buono stato, risparmiare energia, rendere la casa più sicura e più bella

2' di lettura

Superbonus protagonista ancora per il 2022 e, nei condomìni, anche per il 2023. Ma senza la spinta della cessione del credito, che con gli ultimi decreti ha trovato un suo equilibrio, il meccanismo avrebbe rischiato di incepparsi definitivamente.

La guida del Sole 24 Ore, in uscita martedì 29 marzo con il giornale a 50 centesimi in più, dedica 104 pagine a tutti i bonus edilizi, che negli ultimi mesi hanno subito parecchie modifiche, tutte segnalate e spiegate nella pubblicazione.

Loading...

Non si tratta, naturalmente, solo di super ecobonus e super sismabonus. Gli sconti fiscali coprono ormai tutte le possibilità di miglioramento della vita immobiliare degli italiani: ristrutturare, mantenere in buono stato, risparmiare energia, rendere la casa più sicura e più bella.

La ragione del continuo rinnovarsi delle agevolazioni, tutte confermate sino al 2024 (compreso il bonus giardini e il bonus mobili) mentre il bonus facciate – ormai ridotto al 60% di detrazione – ha perso molto interesse, è quella di legare l’impegno dei cittadini al risparmio energetico, alla sicurezza antisismica e al rinnovamento dei centri urbani.

Il 2022 si presenta quindi come un’altra occasione per sfruttare le occasioni fiscali, ora che sono stati chiariti gli adempimenti legati alla congruità obbligatoria per tutti i costi legati ai bonus edilizi e la praticabilità (anche se limitata) della cessione del credito d’imposta, anche questa possibile per tutte le agevolazioni.

Anche chi aveva in mente di sfruttare il bonus facciate al 90% potrà ottenere sino all’85% con l’eco-sismabonus abbinando lavori molto simili anche se più impegnativi. Mentre per le agevolazioni più tradizionali, come i lavori di recupero al 50% e l’ecobonus “ordinario” del 65% in questa guida si trovano tutte le indicazioni concrete per portare a termine i lavori senza sbagliare.

Soprattutto nei condomìni, però, cui sono dedicate parti speciali della guida, le occasioni vanno colte compiendo i passi giusti, dal capitolato all’assemblea con le corrette maggioranze.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti