serie a

Calcio, Icardi fa causa all’Inter: chiede il reintegro e 1,5 milioni di danni

L’ex capitano della squadra nerazzurra fa causa a sorpresa all’Inter, dopo essere stato escluso dal progetto tecnico guidato dal nuovo allenatore Antonio Conte. Nel pomeriggio l’ad della società, Beppe Marotta, si era detto ottimista per una soluzione condivisa


Inter oggi presenta Conte, fuori Icardi e Nainggolan

2' di lettura

Mauro Icardi, fa causa all’Inter: chiede il reintegro in rosa, dalla quale è stato escluso dopo l’arrivo del nuovo allenatore Antonio Conte, e anche 1,5 milioni di euro di danni. La notizia, lanciata dalla Gazzetta dello Sport in tarda serata è arrivata come un fulmine anche se non proprio a ciel sereno. Sin dall’inizio dell’era Conte, infatti, la punta interista era parsa fuori dal progetto del nuovo allenatore, che lo aveva anche comunicato pubblicamente. La decisione era stata ribadita anche dall’ad Beppe Marotta. L’obiettivo, però, era trovare un accordo con il giocatore – rappresentato dalla moglie Wanda Nara – e una collocazione adeguata.

GUARDA IL VIDEO / L’Inter presenta Conte: fuori Icardi e Nainggolan

Giusto a metà pomeriggio Marotta si era detto ottimista su una soluzione condivisa: «Icardi? Sono subentrate grandi difficoltà, mancano due giorni dalla fine del mercato ma sonocomunque ottimista e sono convinto che si possa chiudere quella che sembra la telenovela di mercato».

LEGGI ANCHE / Serie A: alla seconda giornata già il derby di Roma e Juve-Napoli

«Sapete quali sono le nostre intenzioni - aveva spiegato Marotta ai giornalisti –. Siamo molto fiduciosi di poter trovare una collocazione adeguata a quello che è il valore di Mauro Icardi e al rispetto che abbiamo nei suoi confronti per la professionalità che ha sempre dimostrato. Juve, Altetico o Monaco? Ci sono idee diverse - aggiunge - aspettiamo. Stiamo
avendo dei confronti, c'è collaborazione da tutte le parti per arrivare ad una definizione entro lunedì».

GUARDA IL VIDEO / Calcio: Marotta, “Icardi alla Juve? Oggi lo escludo”

Poi Marotta spiega le motivazioni dietro la scelta di escludere l'argentino dal progetto tecnico: «La società ha diritto di scegliere le strategie è responsabile e cosciente dei fatti che avvengono e che portano a prendere decisioni. Non siamo autolesionisti. Il tutto nel rispetto dei calciatori. E il calciatore è ancora protagonista del suo futuro. Poi è chiaro che non possiamo pubblicamente dire tutto».

Per il momento, però, la situazione si è evoluta nella direzione opposta. La notizia della causa è stata confermata dagli ambienti dell’Inter. Si apprende anche che con “reintegro” i legali di Icardi intendono la partecipazione del giocatore alle sessioni di allenamento tecnico-tattiche .

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...