beauty

Capelli, in vacanza al sole senza pensieri

Il sole è un'arma a doppio taglio: se da un lato illumina i capelli dall'altra rischia di rovinare il colore. Le soluzioni però non mancano, basta giocare d'anticipo e correre ai ripari prima della partenza

di Monica Melotti


default onloading pic

4' di lettura

È un legame profondo quello con i nostri capelli, che aumenta quando arriva l'estate, soprattutto per la preoccupazione di rovinarli. Il sole, infatti, è un'arma a doppio taglio: se da un lato illumina i capelli, dando quei riflessi meravigliosi tipici dei bambini, dall'altra parte questo effetto temporaneo rischia di rovinare il colore: il biondo diventa troppo giallo, il castano stopposo e il ramato sbiadito. Le soluzioni però non mancano, basta giocare d'anticipo e correre ai ripari prima della partenza e seguire una hair beauty routine durante le vacanze.

La prima regola è proteggere il colore
Un salto dal parrucchiere per rifrescare taglio e colore è un passaggio obbligato. I capelli colorati hanno una struttura debole e in estate sono sottoposti all'azione ossidante del sole e del sale che mettono a dura prova le nuance colorate.

«Sui capelli castani l'effetto del sole incide sul primo strato della fibra capillare, facendo emergere i pigmenti rossi - spiega Sabrina Arvizzigno, hairstylist Arvi's Framesi Boutique di Milano -. È importante mantenere nei capelli castani quella tonalità fredda che il sole e i frequenti lavaggi tendono a schiarire». Framesi ha da poco lanciato la linea Morphosis Deep Brunette in grado di mantenere il “marrone” e contemporaneamente lucidare i capelli. Il trattamento si può fare nel salone e poi, per mantenere i benefici, continuarlo a casa.

La beauty routine dei capelli

La beauty routine dei capelli

Photogallery19 foto

Visualizza

«Diverso, invece, è il discorso per le bionde: il sole è il loro migliore alleato perché potenzia i riflessi dorati, ma c'è il rischio di una decolorazione eccessiva– spiega l'hair stylist -. Per questo occorre evitare trattamenti aggressivi prima di partire, meglio non fare mèches, shatoush e schiariture perché verranno naturalmente con il sole. Quello che consiglio è un taglio di capelli, indifferentemente dal colore, se sono particolarmente rovinati, ma non drastico perché il capello al mare si fa più ondulato e acquista volumi diversi».

Sono diversi i prodotti studiati per proteggere i capelli biondi dai raggi solari. Framesi ha messo a punto Morphosis Passion Blonde, uno shampoo idratante e ravvivante che contiene un pigmento dorato in grado di preservare il riflesso caldo. Kérastase, invece, ha lanciato la nuova linea Blond Absolu, il primo trattamento neutralizzante per capelli biondi e decolorati che fortifica anche la fibra capillare.

Mare&Sole
Al mare i capelli vanno protetti come la pelle. Il sole, la salsedine, la sabbia, il vento, non sono proprio amici delle chiome, per questo è importante seguire una beauty routine durante le vacanze. «La prima regola è di non lasciare mai i capelli senza protezione sotto il sole, dopo il mare o la piscina occorre sciacquarli sempre con acqua dolce, usare il conditioner e limitare l'uso di phon e piastre», conclude Arvizzigno.

In nostro aiuto arrivano diversi prodotti validi e semplici da applicare. Cominciamo con quelli protettivi. Chi ha i capelli molto sottili meglio che scelga oli ed emulsioni in cui sono presenti percentuali basse di sostanze siliconiche, hanno una consistenza più corposa e sono perfetti per dare corpo ai capelli. Chi, invece, ha i capelli più grossi può scegliere consistenze leggere, come le idro-emulsioni. La linea Morphosis Sun di Framesi, oltre allo shampoo, ha una crema protettiva da applicare prima e durante l'esposizione solare, soprattutto dopo ogni bagno in mare o in piscina.

La Biosthétique ha messo a punto la linea Soleil con texture arricchite da un'elevata concentrazione di filtro Uva/Uvb a banda larga non idrosolubile, peptidi, polimeri, estratto di girasole, composti siliconici selezionati. Nella linea 4 prodotti: shampoo, lacca, uno spray resistente all'acqua e una crema nutriente da usare come trattamento doposole.

Hairdo in estate
Quali sono le pettinature più trendy da sfoggiare in estate? Lo abbiamo chiesto a Salvo Filetti, hairdesigner per Compagnia della Bellezza. «Trecce, code, raccolti. L'estate porta con sé la voglia di legare i capelli per non soffrire il caldo e anche per inventarsi nuovi look giocando ogni volta coi propri capelli e con gli accessori. La coda di cavallo fa estate, è sempre moderna perché rappresenta il modo più democratico e giovane per raccogliere i capelli. Non solo, “tirando” si dona al volto un'immediata freschezza. Le acconciature sono sempre in movimento, mai statiche, dallo stile informale. I capelli restano, liberi, sciolti, soprattutto in spiaggia, anche quando vengono raccolti. Questo nuovo bon ton informale vede onde mai troppo definite, intrecci dal gusto wild e fané, volutamente “strecciati”, raccolti semplici ma impreziositi da fiori e decorazioni, mollette, fasce, foulard, elastici che arricchiscono senza banalizzare».

E aggiunge: «Anche i capelli corti vengono magnificati dall'uso di accessori come un semplice cerchietto o un foulard annodato attorno al capo. Il segreto da mattina a sera è quello di giocare con i decori, con accessori luminosi e floreali. Personalmente, io amo tantissimo i foulard e le tante possibilità di creare fasce e bandane in modo creativo. Si possono creare tantissimi motivi anni 50/60 con un ciuffo-frangia bombato e arrotolato su se stesso e poi fissato con un nodo/fiocco del foulard».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...