Grandi eventi

Carlos Tavares al Rally storico Monte Carlo su Lancia Stratos

Il numero uno di Stellantis ha partecipato alla 24esima edizione del rally storico di Monte Carlo a bordo della mitica Lancia Stratos con livrea Alitalia.

di Giulia Paganoni

3' di lettura

Un ritorno al passato o un’anticipazione del futuro? Carlos Tavares, Ceo del gruppo Stellantis, a bordo di una Lancia Stratos, auto che ha fatto la storia della casa torinese ha partecipato al rally storico Monte Carlo svoltosi dal 27 gennaio al 2 febbraio.

Un (probabile) ritorno agli anni d’oro

Il marchio Lancia negli anni ha subito un forte calo di appeal e oggi presenta una gamma che comprende solo Ypsilon ma le cose, con alla guida Tavares, stanno per cambiare. Infatti, sono stati annunciati tre nuovi modelli: la nuova generazione di Ypsilon, un crossover del segmento B/C e una berlina media a due volumi.

Loading...

La presenza quindi di Tavares al rally storico di Monte Carlo a bordo di una Lancia e un segnale importante e che, oltre alla passione, mette in luce la volontà di rinnovamento del marchio da parte del numero uno del gruppo. Inoltre, è anche un degno omaggio agli oltre 115 anni di storia del marchio che ha vinto di più nelle competizioni rally (collezionando ben 15 titoli mondiali, tra piloti e costruttori) oltre a conquistare nella sua storia tre Campionati del Mondo Endurance Costruttori, una 1000 Miglia, due Targa Florio e una Carrera Panamericana. Un palmares straordinario che conferma la tradizione sportiva del brand che risale al fondatore Vincenzo Lancia, appassionato pilota che vinse diverse competizioni nel biennio 1908-1909.

La Lancia Stratos

La Stratos HF è una vera pietra miliare nella storia del marchio e fu fortemente voluta per sostituire la Lancia Fulvia HF nelle competizioni mondiali. Realizzata in sole 500 unità dal carrozziere torinese Nuccio Bertone, la Stratos è una coupè filante, equipaggiata con motore centrale a sei cilindri a V della Dino 246 Ferrari, in grado di sviluppare fino a 320 cv nella versione a 24 valvole. Debutta ufficialmente in gara nel 1974, ed è la prima auto al mondo a essere progettata appositamente per i rally, con una sola missione: essere imbattibile su qualunque terreno: pista, strada o sterrato.

A partire dalla stagione sportiva 1975, la Stratos sfoggia i colori bianco e verde di Alitalia. La grafica che celebra lo sponsor cambia e diventa iconica due anni dopo, quando il logo tricolore della compagnia aerea italiana viene sdoppiato ed armonizzato alla forma a cuneo della vettura. Ancora oggi, la livrea Alitalia della Stratos viene considerata tra le più belle di tutta la storia del Motorsport.

Una vera “bête à gagner”, come la definirono i francesi, la Stratos dominò il panorama internazionale dei rally, lasciando agli avversari solo le briciole: conquistò infatti tre edizioni consecutive del Rally di Monte Carlo, tre titoli nel Campionato Mondiale Costruttori (1974, 1975 e 1976) e due nell'Europeo Piloti, oltre alla vittoria di Sandro Munari nel 1977 della Coppa Mondiale Fia Piloti Rally.

Come si è svolto il Monte Carlo storico

La 24esima edizione del rally storico di Monte Carlo è tra le principali manifestazioni a livello mondiale destinate a vetture storiche. Tra i 263 equipaggi annunciati al via, non è passato inosservato il nome di Carlos Tavares, numero uno del gruppo Stellantis, che ha partecipato a bordo di una iconica Lancia Stratos HF del 1975.

Il format della manifestazione è stato il classico con partenza da tre diverse località: Bad Homburg in Germania, Reims in Francia (città da cui è partito Carlos Tavares a bordo della Lancia Stratos) e Milano in Italia. I diversi equipaggi sono partiti tutti alla volta di Monte Carlo, dove si è svolta la competizione tanto leggendaria quanto impegnativa, con 17 prove di regolarità per quasi 300 chilometri di percorso e terminato, sempre nel Principato, mercoledì 2 febbraio.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti