ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPagamenti

Carte di credito e bancomat: costi più bassi con le banche online

Quanto costa prelevare contante ad uno sportello? È quello che si sono chiesti quelli di SOSTariffe.it, in uno studio che il Sole 24 Ore pubblica in anteprima

di Biagio Simonetta

(Delphotostock - stock.adobe.com)

3' di lettura

Con l’uso del contante in calo progressivo, la riduzione del numero di sportelli ATM (comunemente chiamati sportelli bancomat) sembra un destino già scritto. E infatti è questa la tendenza che si osserva negli ultimi mesi. I pagamenti digitali corrono veloci, anche in un Paese morbosamente legato al denaro contante come l’Italia. E gli istituti bancari, col tempo, tenderanno a ridurre il numero di sportelli presenti sul territorio.

Ma quanto costa, oggi, prelevare contante ad uno sportello ATM? È quello che si sono chiesti quelli di SOSTariffe.it, in un nuovo studio che il Sole 24 Ore pubblica in anteprima, Si tratta di una ricerca che si è concentrata sulle differenze dei costi di prelievo e gestione delle carte (di debito e credito) nei due tipi di banca: l’istituto di credito con prevalenza di filiali sul territorio italiano e quello attivo soprattutto online.

Loading...

Banche online: commissioni più basse

I dati dello studio sono stati ricavati dall'analisi dei fogli informativi delle carte (di debito o credito) dei principali conti correnti o carte con IBAN. In totale sono stati presi in esame 26 istituti di credito. E allora, quanto costa in media prelevare ad un ATM della propria banca? Per i titolari di carta di debito il prelievo è sempre gratuito, sia nelle banche tradizionali che in quelle telematiche. Se, invece, si effettua il prelievo con una carta di credito il discorso cambia. In questo caso, i clienti delle banche tradizionali devono sostenere una commissione (del 4%), lievemente più alta rispetto a quella richiesta ai correntisti delle banche che operano prevalentemente online (3,8%).

Il discorso cambia, ma di poco, se intendiamo prelevare allo sportello di un altro istituto bancario, diverso dal nostro. Se usiamo una carta di credito le commissioni sono identiche a quelle applicate al prelievo ATM della nostra stessa banca (4% banche tradizionali e 3,8% banche online). Per il prelievo con carta di debito, invece, la commissione è di 1,83 euro per le banche tradizionali, sia per prelievi superiori che inferiori a 100 euro.

Per le banche online si pagherà 0,49 euro di commissione sui prelievi con importo pari o superiore a 100 euro e 0,89 euro se l’importo è inferiore a tale cifra. Le commissioni penalizzano i correntisti delle banche classiche che spendono fino a 1,34 euro in più a transazione per attingere all’ATM usando la propria carta di debito.

PRELIEVO ATM E COSTI UTILIZZO CARTE DEI CONTI CORRENTI
Loading...

Se la carta di credito costa il doppio

L'analisi si è soffermata, inoltre, sul costo dell'utilizzo del POS. Servirsi di un terminale di pagamento, ad esempio per fare shopping o per saldare il conto al ristorante, è sempre gratuito per tutti i tipi di istituti di credito, sia tradizionali che telematici, per le transazioni effettuate in euro.

L’Osservatorio di SOSTariffe ha preso in considerazione anche i costi di gestione delle carte. In particolare, il costo annuale di gestione di una carta di debito si aggira sui 0,18 euro per i clienti delle banche tradizionali mentre è del tutto gratuito per i correntisti delle banche telematiche.

Il costo annuale di gestione di una carta di credito per i clienti delle banche tradizionali si attesta intorno a 45 euro mentre per una banca online la spesa annuale è di 23,33 euro.  

E se gli sportelli chiudono?

Sempre SOSTariffe ha provato a rispondere ad alcune domande sul come fronteggiare la progressiva chiusura degli sportelli bancomat degli istituti di credito. Se la banca di cui siamo clienti non ci mette a disposizione sportelli automatici, possiamo: effettuare pochi prelievi di importo elevato, per evitare di pagare più volte la commissione all’ATM; puntare sui pagamenti con carta di debito o di credito oppure sui pagamenti con smartphone tramite wallet come Google Pay, Samsung Pay e Apple Pay che non prevedono commissioni; valutare l’apertura di un nuovo conto corrente con una banca online. In questi casi, infatti, il prelievo con carta di debito è quasi sempre senza commissioni se effettuato in euro; scegliere un nuovo conto corrente con una banca che disponga di un buon numero di filiali nella propria zona della città, in modo da poter prelevare evitando i costi extra delle commissioni.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti