Emergenza Covid

Come cambiano i colori: Italia tutta gialla tranne la Val d’Aosta. Tre regioni in pole per la zona bianca

Solo la Valle d’Aosta resta in arancione. Passano in giallo da lunedì 17 maggio anche Sicilia e Sardegna. Quest’ultima, insieme a Molise e Friuli Venezia Giulia, ha i numeri per tornare a fine mese nella fascia senza restrizioni (a parte mascherina e distanziamento)

di Andrea Gagliardi

Aggiornato il 14 maggio 2021, ore 17:23

Coronavirus, Rt nazionale in calo a 0.86: Molise a 1.08, Sardegna a 0.70

3' di lettura

In attesa dei nuovi parametri per l’attribuzione dei colori (quello di venerdì 14 maggio dovrebbe essere l’ultimo monitoraggio effettuato con gli attuali criteri), l’Italia la settimana prossima si appresta a diventare tutta gialla. Delle tre regioni attualmente arancioni, solo la Valle d’Aosta resta tale.

Le altre due, Sicilia e Sardegna, passeranno da lunedì 17 maggio nella fascia con minori restrizioni. E intanto spuntano le prime regioni con incidenza settimanale dei contagi sotto quota 50 ogni 100mila abitanti, perciò candidabili per la zona bianca: Molise, Sardegna e Friuli Venezia Giulia. Del resto siamo in una fase di riduzione non solo della curva dei contagi ma anche dei ricoveri ospedalieri.

Loading...

Il monitoraggio del 14 maggio registra infatti un calo sia dell’indice di contagio Rt (da 0,89 della settimana scorsa a 0,86) che dell’incidenza (93 casi settimanali ogni 100mila abitanti rispetto a 123). Nessuna regione è classificata a rischio alto. Tutte hanno un Rt con limite inferiore sotto 1. E scende il numero di Regioni e Province autonome che hanno un tasso di occupazione in terapia intensiva e/o aree mediche sopra la soglia critica: sono tre (Lombardia e Toscana sono sopra la soglia limite del 30% per le intensive mentre la Calabria è sopra la soglia limite del 40% per i reparti di area medica) contro le cinque della settimana precedente

Valle d’Aosta unica regione in arancione

La Valle d'Aosta, finita in fascia rossa dal 3 maggio a causa di un numero di nuovi casi settimanali oltre la soglia critica di 250 contagi settimanali ogni 100mila abitanti (265), ha visto l'incidenza ridursi velocemente (siamo a 154). Dal 10 maggio è stata promossa in arancione. Le norme sui colori richiedono che si debba stare almeno due settimane in zona arancione dopo il rosso. La cabina di regia, che in teoria può dimezzare il periodo, ha preferito però attenersi ancora una volta alla regola standard. Di qui la conferma dell’arancione, malgrado la regione registri già da tre settimane un quadro da zona gialla (Rt sotto 1 e rischio basso). Per la “promozione” bisognerà aspettare ancora sette giorni.

Sicilia e Sardegna in giallo

Passeranno dal 17 maggio in giallo invece Sardegna e Sicilia. Anche la Sardegna, uscita lunedì 3 maggio dal lockdown, registra da due settimane di seguito parametri da zona gialla. Ma, nonostante il pressing delle autorità locali, la cabina di regia ha deciso di lasciarla questa settimana ancora in arancione. Scontata, dunque la promozione in zona gialla. Gialla anche la Sicilia. L’isola nel penultimo monitoraggio (30 aprile) aveva dati da zona arancione. Per andare in giallo ci vogliono due settimane di numeri compatibili con quello scenario. La prima è stata la scorsa, la seconda è quella in corso.

Le regioni in pole per la zona bianca

Il monitoraggio del 14 maggio certificherà infine le prime regioni con numeri in regola (meno di 50 nuovi casi settimanali ogni 100mila abitanti) per ambire alla zona bianca senza restrizioni (a parte mascherina e distanziamento). In pole al momento ci sono Molise (41), Sardegna (41) e Friuli Venezia Giulia (44). Il passaggio comunque non potrebbe avvenire, nella migliore delle ipotesi, prima di fine mese.

In base alla normativa attuale, infatti, sono necessari tre monitoraggi consecutivi con incidenza inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti (oltre a un Rt sotto 1 e un livello di rischio basso).

Da ricordare che la Sardegna è l’unica regione che ha sperimentato in passato in fascia bianca: dal 1° al 21 marzo. Per poi essere riclassificata prima arancione (a causa della sospensione dell’area gialla decisa dal governo in prossimità delle vacanze di Pasqua) e infine rossa in seguito all’impennata dei contagi.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e delle azioni di contrasto è mostrato in due mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia di nuovi casi, morti, ricoverati e molte infografiche per una profondità di analisi.
La mappa dei vaccini in tempo reale mostra l’andamento della campagna di somministrazione regione per regione in Italia e anche nel resto del mondo.
Guarda le mappe in tempo reale: Coronavirus - Vaccini

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi, di saperne di più dall’andamento alle cause per proseguire con i vaccini. Su questi temi potete leggere le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Ecco tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui potete iscrivervi alla newsletter


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti