ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIn edicola da venerdì 1

Con il nuovo 24Hours è tempo di rimettersi in viaggio

Da Ginevra a St. Barth, da Milano al giro del mondo in barca a vela: le novità dell'orologeria sono un'ottima occasione per fare le valigie e scoprire come coniugare precisione, innovazione e salvaguardia del pianeta.

di Paco Guarnaccia

2' di lettura

Il nuovo 24 Hours è dedicato (finalmente) il ritorno del viaggio. È questo il tema principale che attraversa il secondo numero del 2022, anno in cui anche l'orologeria ha ripreso a fare le valigie, organizzando fiere e presentazioni e partecipando a eventi in giro per il mondo. Il viaggio tra le pagine del giornale comincia da Ginevra, la patria dell'alta orologeria, alla scoperta dell'Iper-Orologeria d'avanguardia di Roger Dubuis, raccontata nella cover story intervistando il ceo Nicola Andreatta e mostrando le più recenti novità della maison. Si continua descrivendo orologi con funzioni dedicate ai viaggiatori che permettono, quindi, la lettura di vari fusi orari nello stesso momento e che da quest'anno hanno dei nuovi grandi protagonisti realizzati da Patek Philippe, da Rolex, da Longines e da Breguet.

Poi si vola con i Pilot's Watch Top Gun di Iwc nei colori realizzati insieme a Pantone e si sale in barca a vela navigando nelle acque dell'isola caraibica di Saint Barth dove, durante le regate della Les Voiles de Saint Barth, Richard Mille, il marchio che dal 2019 è diventato anche naming partner dell'evento, ha presentato un modello subacqueo. Poi ecco il nuovo subacqueo di Montblanc, nato guardando le familiari montagne, ma pensato per il mare. La sezione dedicata al viaggio prima di concludersi passa dall'Italia per descrivere il progetto completamente tricolore che ha come protagonista principale Locman, e infine una gallery con modelli di Vacheron Constantin, Bulgari, Hermés, Parmigiani Fleurier, Grand Seiko e Tudor.

Loading...

La seconda parte del giornale inizia con il 50° anniversario di uno degli orologi più importanti della storia delle lancette, Royal Oak di Audemars Piguet, e prosegue con Chanel che arricchisce i suoi J12 con un nuovo movimento automatico. Per quanto riguarda i connected watch, ecco l'ultimo tactix 7 di Garmin. Poi, due interviste: la prima all'imprenditore del settore viaggi e brand ambassador di Panerai, Jeremy Jauncey, che è anche un attivista per la salvaguardia del pianeta, la seconda al velista Alan Roura che nel 2024 tornerà, questa volta con il supporto di Hublot, a gareggiare nella durissima regata intorno al mondo Vendée Globe. Non manca l'orologeria preziosa, qui rappresentata dai Coussin de Cartier della maison Cartier e dai G-Timeless Planetarium di Gucci. Infine, la rinnovata boutique milanese di Rolex di Pisa Orologeria.

Riproduzione riservata ©

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti