insurtech

Consulenza assicurativa in tempo reale con AI e Big data: sbarca in Italia la francese Zelros

Tappa di crescita per la startup che usa l’intelligenza artificiale per gestire l’offerta personalizzata su misura del cliente

di Gianni Rusconi

default onloading pic
(Elnur - stock.adobe.com)

Tappa di crescita per la startup che usa l’intelligenza artificiale per gestire l’offerta personalizzata su misura del cliente


2' di lettura

È nata in Francia nel 2016 grazie all'idea di tre imprenditori con una lunga esperienza nell'ambito della data analytics e del machine learning e nel 2018 ha trovato il sostegno finanziario di tre fondi di venture capital (Hi Inov, 42CAP e Astorya.vc) che hanno complessivamente investito 4,5 milioni di euro.

L'avventura di Zelros è iniziata attorno a una piattaforma, sviluppata in casa e basata sull'intelligenza artificiale, che permette agli operatori assicurativi di proporre ai clienti una consulenza personalizzata in tempo reale.

Loading...

Dopo aver convinto della bontà della propria tecnologia una decina di società del settore (i nomi sono quelli di compagnie come Groupama, Matmut, Maif e Natixis Assurances e di broker digitali come Assurone o +Simple) e dopo aver già esteso la propria attività in Germania, per la startup è arrivato ora il momento di valicare le Alpi.

L'Italia è la nuova tappa del percorso di internalizzazione di Zelros e i numeri che ne accompagnano l'arrivo sul mercato nostrano, dove opererà dalla sede aperta al LeVillagebyCA, l'hub per l'innovazione creato a Milani dal gruppo Crédit Agricole, sono di tutto rispetto: migliaia di agenti attivi sulla piattaforma che servono qualche milione di utenti assicurati e centinaia di migliaia di decisioni automatizzate generate mensilmente.

Il ricorso agli algoritmi per processare le richieste dei clienti, confermano ancora i portavoce dell'insurtech francese, ha prodotto incrementi variabili tra il 20 e il 50% per quanto riguarda la formulazione di preventivi e tra il 5 e il 20% per ciò che concerne i tassi di conversione. Risultati analogamente positivi sono stati inoltre registrati nella gestione della relazione con i clienti, per cui l'aumento medio delle sottoscrizioni gestite in modo automatico e digitale è del 55%.

La capacità di connettere, grazie all'AI, un'ampia base di dati (contratti, documentazione, e-mail, sinistri, conversazioni, previsioni basate su modelli specifici per il mercato dell'insurance) e di facilitare di conseguenza il compito quotidiano di agenti e collaboratori nel formulare previsioni e raccomandazioni agli assicurati. Praticamente in tempo reale.

Le entrate di Zelros sono legate una modalità di erogazione della piattaforma di tipo Saas (Software as a Service) in cloud, che non prevede quindi alcuna implementazione on premise. Il margine di guadagno per la startup è determinato in base all'utilizzo della piattaforma, e più precisamente in relazione al numero di utenti o di transazioni che vengono automatizzate.

Le compagnie assicurative clienti, dal lato loro, possono misurare il ritorno dell'investimento attraverso la crescita del numero di preventivi e del tasso di conversione e la possibilità di assegnare chi si occupa del customer service ad altre funzioni che non siano la gestione manuale delle sottoscrizioni assicurative.

In Italia, spiegano infine dalla startup, sono in fase avanzata diversi contatti con alcuni potenziali clienti e l'obiettivo è quello di conquistare due-tre compagnie già entro l'anno. A livello globale, invece, il traguardo fissato per il 2021 è il raddoppio dei ricavi e un secondo round di investimento finalizzato a sostenere l'espansione internazionale.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti