Europa

Coronavirus, oggi: studio Israele, con terza dose giù contagi e casi gravi. Fauci: richiamo possibile per popolazione più ampia

Il 75,64% della platea italiana over-12 ha completato il ciclo vaccinale: quasi 41 milioni di italiani. Le notizie in tempo reale per seguire l’andamento della pandemia e le principali news di giornata

I dati dei vaccinati al 18 settembre 2021
  • Lufthansa decide aumento capitale da 2,14 miliardi

    Lufthansa ha deciso di procedere a un aumento di capitale da 2,14 miliardi di euro, per poter restituire gli aiuti statali ricevuti durante la crisi della pandemia. Lo ha annunciato il gruppo in serata a Francoforte

  • Letta: tamponi gratis? Collettività non può pagare no vax

    «Va bene che il prezzo del tampone sia calmierato e sia al minimo ma il tampone gratis, a carico della collettività, vuol dire che va a carico di chi si è vaccinato e ha fatto una scelta di responsabilità. Il fatto di estendere la vaccinazione e l’obbligo del Green Pass è la scelta giusta, è una scelta di libertà. Il messaggio deve essere che vaccinarsi è un dovere» dice il segretario del Pd Enrico Letta a Skytg24.

  • Studio israeliano: con 3 dosi giù contagi e casi gravi

    I casi di contagio e di malattia grave calano “sostanzialmente” con la terza dose Pfizer. Lo sottolinea uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine, sulla base dei dati del ministero della salute israeliano.

    Il tasso di infezione, rileva, almeno 12 giorni dopo il booster, è inferiore di “11,3 volte” rispetto alle due dosi mentre “il tasso di malattia grave è inferiore di 19,5” volte.

    Lo studio è stato condotto dal 30 luglio al 31 agosto su 1,13 milioni di over60 che avevano completato l’immunizzazione 5 mesi prima, divisi in due gruppi: quelli cui è stato somministrata la terza dose e quelli che ne hanno ricevute due.

  • Fauci: probabile terza dose per una popolazione più ampia

    Anthony Fauci, consulente sanitario del presidente americano Joe Biden, ha detto che entro poche settimane saranno disponibili i dati in grado di fornire una raccomandazione per la terza dose dei vaccini Janssen e Moderna negli Stati Uniti.

    Al momento i regolatori americani stanno considerando la terza dose di Pfizer e un panel Fda ne ha raccomandato il ricorso per le persone di 65 anni e le persone immunodepresse, ma non ha approvato un nuovo richiamo per la popolazione più ampia.

    Fauci ha detto che «questa non è la fine della storia» e che ulteriori dati potrebbero suggerire la necessità di un richiamo su più ampia scala.

  • A Singapore 1.012 nuovi casi, record da aprile

    Il ministero della salute di Singapore ha riportato 1.012 nuovi casi di COVID-19, il numero più alto dall’aprile dello scorso anno. Il Paese assiste a un aumento dei casi dopo il rilassamento di alcune misure che ha spinto il governo a mettere in pausa ulteriori riaperture.

    Nonostante l’82% della sua popolazione è stata vaccinata con Pfizer, il governo ha detto che le prossime due settimane saranno importanti per valutare l’impatto di questa nuova ondata sui ricoveri. Ha inoltre ricordato che per quanto molto efficace il vaccino non ha una copertura del 100%, consigliando - in particolare agli anziani e a chi vive con loro - di ridurre le interazioni sociali.


  • Di Maio: no a strumentalizzazioni politiche sui vaccini

    «In Italia ci avviciniamo sempre di più alla copertura del 90% della popolazione vaccinata, ennesima dimostrazione del senso di responsabilità degli italiani che si vaccinano per la sicurezza dei propri cari. Chi strumentalizza su questo tema e sull’uso del green pass dimostra chiaramente l’intenzione di fare solo propaganda: la vita dei cittadini non può diventare bersaglio di scaramucce politiche». Lo scrive Luigi Di Maio su Facebook.

    A oggi, seguendo i dati di Lab24, il 69,0% della popolazione ha completato il ciclo vaccinale. Il 5,6% è in attesa di seconda dose. Complessivamente – contando anche il monodose e i pre-infettati che hanno ricevuto una dose - è almeno parzialmente protetto Il 74,6% della popolazione italiana.

    Considerando solo gli over 12, oggetto della campagna vaccinale, la percentuale di almeno parzialmente protetti è del 82,8% mentre il 76,6% è completamente vaccinato.

  • Scuola, Cisl: al Sud non è stato potenziato il Tpl

    Ci sono Regioni come Toscana, Emilia Romagna, Lazio, Piemonte, Marche e Abruzzo in cui è stato potenziato il trasporto locale aumentando le corse negli orari in cui i mezzi sono più utilizzati dagli studenti. In altre, soprattutto al sud, non ci sono stati interventi o non sono stati significativi, mentre in Lombardia “ci sono problemi a reperire gli autisti” e in Puglia “si è optato per il doppio turno di ingressi a Bari”, contro cui ci sono già state proteste. È quanto emerge da un report di Cisl Scuola che prova a delineare lo stato dell'arte all'inizio dell'anno scolastico.

    “In generale non brillano le Regioni del sud e non riusciamo ad avere notizie su Sicilia, Sardegna, Campania e Veneto”, spiega la segretaria generale di Cisl Scuola, Maddalena Gissi. Secondo i dati raccolti dal sindacato, un altro problema è quello dell'edilizia scolastica: “L'anno scorso dovevano essere costruite 40mila aule con un percorso di edilizia leggera ma ci risulta che ne siano state completate meno del 50%, soprattutto perché gli enti locali si scontrano con la burocrazia - dice Gissi -. Inoltre le risorse sono state assegnate con modalità incerte, così molte scuole hanno ridimensionato le loro valutazioni e sono stati utilizzati fra settembre e dicembre 358 milioni di euro. Altri 900 milioni di finanziamenti sono stati restituiti. In pochissime scuole sono aumentate le aule”.

  • Green pass, magistrati onorari: “Rischiamo licenziamento”

    “Per i magistrati onorari l'ennesima doppia beffa. Sono gli unici lavoratori per i quali è previsto ’il licenziamento’ se privi di Green pass, effetto discriminatorio (tale termine è quello usato dalla Commissione Eu nella lettera di messa in mora all’Italia) rispetto al magistrato professionale comparabile, non esistendo ancora una norma che preveda anche per questi lavoratori la graduazione delle sanzioni disciplinari”. Lo sottolinea un comunicato unitario delle rappresentanze dei magistrati onorari.

    “Ma non basta. Laddove, anche muniti di Green pass, risultino positivi perché esposti al contatto quotidiano con l'utenza negli Uffici giudiziari, sono costretti a rimanere in quarantena senza alcun ristoro economico, non così per dipendenti e magistrati professionali. È l'ennesima conseguenza aberrante dello status riservatoci da anni, in attesa perenne della giusta riforma che non arriva mai. Quanto mai urgente è il deposito del maxi emendamento governativo al testo di riforma della Magistratura onoraria presso la commissione giustizia.”, conclude la nota dei togati onorari.

  • Israele, test negativo per rientro in classe under 12

    Anche i bambini delle elementari e quelli dell’asilo dovranno presentare un test negativo al coronavirus per essere riammessi in classe in Israele dopo la festività di Sukkot. Lo ha deciso il governo di israeliano mentre nel Paese aumenta la diffusione del coronavirus nei bambini che non hanno ancora compiuto i 12 anni e quindi non sono tra le categorie che possono ricevere il vaccino. Dei quasi 7.500 israeliani che sono risultati positivi al Coronavirus ieri, il 59 per cento erano bambini in età scolare, ha affermato il ministero della Salute. Dati aggiornati a questa mattina riferiscono che quasi 45mila studenti hanno il Covid-19 e altri 92mila sono in quarantena obbligatoria a seguito di un contatto con un positivo.

  • Virologo Burioni: subito terza dose per i sanitari

    “Abbiamo dieci milioni di dosi di vaccino. Consiglierei, pur lasciando priorità per le prime dosi e per le terze dosi per i fragili, di partire subito con la terza dose per i sanitari. Infezioni anche lievi causerebbero quarantene che sguarnirebbero ospedali e ambulatori”. Così il virologo Roberto Burioni, docente all'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, stamane in un tweet.

  • Regno Unito, in arrivo 1,5 milioni di inviti per terza dose

    Circa 1,5 milioni di inglesi riceveranno, la prossima settimana, l’invito per la somministrazione della terza dose del vaccino anti-Covid. Lo riporta il Guardian ricordando che hanno diritto al richiamo ’booster’ tutti gli over 50, gli anziani nelle Rsa, gli operatori sanitari, le persone fragili over 16 in condizioni di salute a rischio e i badanti che assistono gli immunodepressi.

    “Le dosi di richiamo sono un modo importante per tenere sotto controllo il virus a lungo termine e proteggeranno i più vulnerabili durante i mesi invernali”, ha sottolineato il ministro della salute, Sajid Javid, esortando “tutti coloro che ricevono una lettera o un messaggio a fare il richiamo il prima possibile in modo da poter rafforzare il muro di difesa in tutto il Paese cui contribuisce ogni vaccino”.

    Il booster prevede nel Regno la somministrazione di una dose di Pfizer o metà di quella di Moderna, ricorda ancora il Guardian spiegando che il servizio sanitario Nhs ha annunciato che nei prossimi giorni e settimane verranno emessi altri milioni di inviti per vaccinarsi con la terza dose.

    Per approfondire: Vaccino, terza dose sì o no? Le 3 variabili chiave per capire cosa accadrà in autunno

  • Russia: oltre 20mila casi e 793 morti in 24 ore

    La Russia ha registrato 20.174 nuovi casi di Covid-19 e 793 morti nelle ultime 24 ore. Lo ha detto il quartier generale di risposta al coronavirus in una nota. La Russia ha registrato più di 20.000 nuovi casi di Covid-19 al giorno per il secondo giorno di fila, le infezioni sono 155 in più delle 20.174 registrate ieri. Lo riporta Interfax.

  • In India 30.773 nuovi contagi, superati i 33,4 milioni totali

    L'India ha riportato 30.773 nuove contagi da Coronavirus nelle ultime 24 ore. Lo ha detto il ministero della Salute, segnalando un calo rispetto alle 35.662 di ieri. Il numero totale di casi registrati in India dallo scoppio della pandemia è di 33.444.662. Il bilancio delle vittime è invece aumentato di 309 morti rispetto a ieri salendo a 444.838, secondo i dati del ministero della Salute. Sono invece 804,3 milioni le dosi di vaccino somministrate in India.

  • In Israele 7.445 nuovi casi, 726 ricoverati in gravi condizioni

    In Israele sono 7.445 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto il ministero della Sanità israeliano spiegando che il 6,21 per cento dei 139.167 test effettuati è risultato positivo. In ospedale, circa 726 degli attuali pazienti ricoverati per complicanze del coronavirus sono in gravi condizioni, di cui 195 intubati. Il bilancio delle vittime è di 7.511, come riferisce il Jerusalem Post.

  • Giorgetti (Mise): estensione Green pass per aumentare libertà

    “Le decisioni difficili assunte dal governo, come l’obbligo del green pass sui luoghi di lavoro, sono volte non a limitare la libertà, ma ad aumentare la libertà e l’incontro. Abbiamo fatto queste misure per riaprire”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti al Micam, al via alla Fiera di Milano. “È fondamentale tornare a essere liberi, naturalmente con qualche regola da osservare - ha aggiunto - Questo è il motivo per cui il governo ha deciso che dobbiamo aprire tutto, ma rispettando ulteriori regole. L’alternativa era rischiare di tornare indietro a situazioni che non vorremmo più rivedere”.

    Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti (foto Epa/Lecocq)

  • Veneto, 364 positivi e un morto

    Il bollettino Covid del Veneto segna oggi 364 nuovi positivi e un morto. Il totale degli infetti raggiunge quota 465.185, quello dei deceduti 11.739. Si registra inoltre nelle ultime 24 ore un paziente in meno ricoverato in area critica e uno in più in area non critica.

  • Melbourne verso fine lockdown se 80% vaccinati entro ottobre

    La città australiana di Melbourne uscirà dal lockdown deciso per combattere il coronavirus alla fine di ottobre se verrà raggiunto l’obiettivo del 70% della popolazione adulta vaccinata. È quanto stabilisce una ’road map’ pubblicata oggi. A circa cinque milioni di residenti di Melbourne è stato ordinato di rimanere a casa dal 5 agosto nell’ambito del sesto lockdown dall’inizio della pandemia. Le autorità dello Stato di Victoria, che include Melbourne, hanno affermato che tale disposizione verrà revocata quando il 70% di coloro che hanno più di 16 anni sarà completamente immunizzato, un obiettivo che si aspettano di raggiungere entro il 26 ottobre.

    “Il lockdown finirà”, ha detto Dan Andrews, premier dello Stato di Victoria, aggiungendo che non saranno più in vigore i limiti alle partenze e il coprifuoco, ma rimarranno altre restrizioni. Ristoranti e pub potranno riaprire, ma solo con un massimo di 50 persone completamente vaccinate sedute all’esterno, mentre rimarrà in vigore il divieto di visite a domicilio. Una volta che il tasso di vaccinazione raggiunge l’80%, previsto per il 5 novembre, la mascherina all’aperto non sarà più necessaria, si potrà ricevere fino a 10 ospiti in casa e si potrà rientrare in ufficio.

  • In India 30.773 nuovi contagi e 309 vittime

    L’India ha registrato 30.773 nuove infezioni da Coronavirus nelle ultime 24 ore, come confermato oggi dal ministero federale della Salute, portando il totale dei contagiati da Covid-19 a 33,4 milioni. Il bilancio delle vittime è aumentato di 309 unità a 444.838, secondo i dati del ministero. Ad oggi l’India ha somministrato 804.3 milioni di dosi di vaccino.

  • Brusaferro (Cts): “Presto per togliere le mascherine anche nelle classi di soli vaccinati”

    L’estensione del Green Pass aiuterà a “rafforzare i due pilastri della lotta al virus: copertura immunitaria grazie ai vaccini e comportamenti sociali corretti”. Così Silvio Brusaferro, in una intervista a La Stampa plaude alla mossa del governo, ma, sul proposito di allungare a 72 ore la validità del tampone molecolare, avverte: “L’incubazione con la variante Delta è più veloce e, più tempo passa dall’esecuzione del test, più può aumentare il rischio di esposizione al virus”.

    Il presidente dell’Istituto superiore di Sanità e portavoce del Comitato tecnico scientifico fa capire che serve ancora prudenza, ma giudica molto incoraggiante “l’adesione molto positiva dei giovani alla campagna vaccinale. Sotto i 12 anni, però, almeno per questa prima parte dell’anno scolastico, non ci si può ancora vaccinare e questo rappresenta un punto debole”. Quindi l’idea di far togliere la mascherina nelle classi in cui sono tutti vaccinati è azzardata? “No, quello è lo scenario di arrivo. Con un numero sempre più alto di persone immunizzate, si cercherà di ridurre le misure di sicurezza e le “barriere”. Oggi non siamo ancora in questa condizione: l’orizzonte di riferimento è una situazione di controllo del virus, con il quale dobbiamo imparare a convivere”.

    Per approfondire: Mascherine e vaccini, così riapre la scuola a settembre

  • Landini (Cgil): per lavorare non si deve pagare, i tamponi siano gratis

    “Noi sindacati continuiamo a pensare che il provvedimento migliore è quello di rendere obbligatorio il vaccino per tutti i cittadini, non solo per i lavoratori. Siamo convinti che il diritto alla salute della collettività venga prima di qualunque altra cosa. È proprio con questa stessa logica che un anno e mezzo fa abbiamo messo la salute e la sicurezza, con i protocolli sottoscritti con le imprese, prima del valore dei profitti. Noi ci auguriamo che la scelta del governo sul Green pass spinga le persone a vaccinarsi, resta, tuttavia, una contraddizione: l'obbligatorietà del certificato verde non vuol dire che sia obbligatorio vaccinarsi, basta presentare il tampone, dunque resta la libertà anche di non vaccinarsi. Ma allora imporre un costo per esercitare il diritto al lavoro in un Paese con bassi salari è sbagliato e rischia di essere controproducente rispetto all'obiettivo dichiarato”.

  • Vaccino, con Green pass boom prenotazioni. Figliuolo: incremento 20-40%

    Boom di prenotazioni per il vaccino anti-Covid dopo l’estensione dell’obbligo del Green pass, con Figliuolo che certifica “un incremento tra il 20 e il 40% rispetto alla scorsa settimana”. Il 75,64% della platea over-12 ha completato il ciclo vaccinale: quasi 41 milioni di italiani. Tasso di positività in calo all’1,3%. Attese intanto le linee guida del Governo sugli aspetti dell’ultimo decreto.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti