streaming live

Cosa si può dire (e non) su Twitch. Regole per non farsi bloccare l’account

Se pensate che le regole di Twitter e Facebook siano contorte e mutevoli come piuma al vento, è perché non avete visto quelle di Twitch.

di Alessandro Longo

Dopo TikTok nuova mania Twitch, cresce in Italia

3' di lettura

La piattaforma di streaming live per gamer ha regole speciali, solo in parte simili a quelle dei grandi social. Ed è più rigida e severa nell’applicazione. In particolare ha dato una stretta dal 22 gennaio, con l’entrata in vigore delle nuove regole.
Qualche esempio recente: a fine gennaio hanno bloccato per la terza volta la streamer virtuale CodeMiko, perché si era presentata ubriaca (anche se è solo un avatar) e perché aveva usato la parola “simp”, parola gergale offensiva che circola da quelle parti, vietata qualche settimana prima.

Simp (sucker idolizing mediocre pussy) sarebbero coloro che idolatrano le donne solo nella speranza di attirarne le attenzioni. Mai un social aveva vietato una sfumatura di senso così sofisticata, ma la decisione discende dallo scopo generale di proteggere le categorie “deboli” (le donne) e vietare molestie e insulti. Per lo stesso motivo, vietate le parole incel (“involontariamente celibi”, insomma sfigati) e “vergine” (nel senso simile di un insulto). Un po’ roba da nerd contro nerd, è vero. Ma l’ansia da politicamente corretto è arrivata a vietare anche l’espressione “partita alla cieca”, “blind playthrough”, per non turbare i ciechi. Pardon, i non vedenti. Twitch a questo punto mi avrebbe già bannato. Ma forse l’avrebbe già fatto alla metafora della piuma al vento, perché richiama la frase, ora sessista, del Rigoletto.

Loading...

Cervellotico? Sì, come le regole di Twitch. E spietato: laddove Twitter e Facebook non bloccano quasi mai al primo sgarro, Twitch fa scattare ban immediato. Per una parola fuori posto o altri motivi, come gli atteggiamenti sessuali, anche se solo “allusivi”. Qualche giorno fa ha bannato la bodypainter Dani.


Le nuove regole di Twitch

Le nuove regole – ha spiegato Twitch – si sono rese necessarie per la grande crescita della piattaforma e perché molti utenti, “in particolare donne, membri delle comunità LGBTQIA+, neri, indigeni e persone di colore continuano a subire una quantità sproporzionata di molestie e abusi”. In realtà, Twitch è diventata più severa anche dopo l’attacco al congresso Usa, bloccando i canali collegati agli estremisti, che prima erano più tollerati. Al punto che avevano trovato casa su Twitch. In quegli stessi giorni, ha bloccato l’account di Donald Trump, per incitamento alla violenza. «I comportamenti volti all'odio e le molestie sono sempre state proibiti, ma abbiamo aggiunto ulteriori dettagli che illustrano i comportamenti che rientrano in queste categorie». Di fatto, il maggiore dettaglio ha reso più severa l’applicazione delle regole.

L’hate speech è vietato anche su Twitter e Facebook, ma Twitch comprende molte più categorie protette. Per “razza, etnia, colore, casta, origine nazionale, status di immigrato, religione, sesso, genere, identità di genere, orientamento sessuale, disabilità, grave condizione medica e status di veterano; la casta, il colore e lo status di immigrato”.

Le altre categorie

Particolarmente ampia anche la categoria molestie, adesso, che include anche minacce non fisiche (come sugli altri social) ma di hacking, attacchi Ddos, di fare raid su profili social esterni a Twitch o Swat (minaccia di mandare la polizia a casa della persona). Sono ora categoria a parte le molestie sessuali e la novità è che è stato “adottato un livello di tolleranza molto più basso per l’oggettificazione o le molestie”. Ad esempio, vietati: complimenti ripetuti non graditi, “fare commenti osceni o espliciti sulla sessualità o sull'aspetto fisico di chiunque. Tieni presente che non faremo eccezione per i personaggi pubblici”.

Autolesionismo: anche Facebook e Twitter vietano la promozione di questi comportamenti, ma Twitch, alla luce delle caratteristiche della sua audience, è particolarmente severa contro chi mostra qualsiasi «attività che potrebbero mettere in pericolo la tua vita o causarti danni fisici. Tali attività includono, a titolo esemplificativo, le minacce di suicidio, i traumi fisici intenzionali, l'uso di droghe illegali oppure l'abuso di alcol, oltre alla guida pericolosa o distratta. Non facciamo eccezioni per i comportamenti autodistruttivi eseguiti come prodezze o gag fatte per scherzo o pensate per intrattenere, quando si può ragionevolmente prevedere che tali comportamenti causino lesioni fisiche».

Ci sono anche regole che hanno senso solo per la natura di Twitch: «Durante i giochi online con più utenti, il proprietario dell'account ha il divieto di ottenere un vantaggio in modo illecito». «Ti chiediamo di rispettare le date di uscita, gli embarghi e gli accordi di non divulgazione (NDA) vigenti tra editore e sviluppatore, rimandando la trasmissione dei giochi fino al momento della loro disponibilità generale».Tutto ciò oltre alle cose vietate ovunque, anche dalle leggi (spam, truffe, diffusione di virus, violazione di privacy o copyright).

Per approfondire

TikTok adotterà misure per bloccare l'accesso agli utenti minori di 13 anni

https://www.ilsole24ore.com/art/tiktok-adottera-misure-bloccare-accesso-utenti-minori-13-anni-ADyZhVHB


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti