L’indagine

CsC, produzione industriale conferma attese positive e cresce in II trimestre (+1,1%)

Le attese degli imprenditori sono ancora favorevoli, nonostante la variante “Delta” rischi di frenare i progressi nel contenimento del contagio

(imagoeconomica)

1' di lettura

La produzione industriale italiana conferma le attese positive e cresce nel secondo trimestre (+1,1%) del 2021 con una dinamica analoga a quella rilevata nel primo, nonostante la forte correzione rilevata dall'Istat in maggio (-1,5%) e grazie al recupero stimato in giugno (+1,3%). È quanto emerge dall’indagine rapida del Centro Studi di Confindustria. «Le attese degli imprenditori sono ancora favorevoli, nonostante la variante “Delta” rischi di frenare i progressi nel contenimento del contagio».

Nel secondo trimestre 2021 crescita dell’1,1%

La variazione congiunturale dell'attività nel secondo trimestre è di +1,1%, dopo +1,2% nel primo, e il trascinamento al terzo trimestre è di +0,3%. La produzione, al netto del diverso numero di giornate lavorative, aumenta in giugno del 14,7% rispetto allo stesso mese del 2020. Gli ordini in volume avanzano in giugno del 2,3% sul mese precedente (+13,8% su giugno 2020) e in maggio dell'1,8% su aprile (+36,0% annuo).

Loading...

Domanda interna ancora in accelerazione

Gli indicatori congiunturali relativi al secondo trimestre, rileva il Csc, continuano a segnalare un miglioramento del contesto economico. La caduta dell'attività in maggio, spiegata in gran parte da un effetto base (dopo il forte rimbalzo di aprile), non modifica la tendenza in atto. La domanda interna è attesa in accelerazione, sostenuta nei mesi più recenti anche dai consumi che, per effetto dell'incertezza e delle limitazioni agli spostamenti e alle attività, avevano languito nei mesi scorsi. Tanto che nel primo trimestre il tasso di risparmio delle famiglie, secondo l'Istat, era ulteriormente salito, raggiungendo il 17,1% del reddito disponibile, valore più che doppio rispetto alla media pre-Covid (8,2%) e secondo solo al 20,1% raggiunto nella primavera del 2020.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti