Cosmetica

Da Hsa Cosmetics focus su prodotto, distribuzione e digitalizzazione

L’azienda cosmetica ha chiuso il 2020 con ricavi in crescita del 6% con l’ipotesi di raggiungere un +18% il prossimo autunno

di Marika Gervasio

3' di lettura

Prodotto, distribuzione e digitalizzazione sono le tre parole chiave su cui basa la strategia di sviluppo di Hsa Cosmetics azienda varesina foondata 38 anni fa attiiva nella produzione e sviluppo di cosmetici private label che ha chiuso il 2020 con un fatturato di oltre 38 milioni di euro con una crescita rispetto al 2019 del 6% e un Ebitda attorno al 21%. «I primi mesi del 2021 hanno visto un’ulteriore crescita e accelerata rispetto al 2020 - commenta Paolo delle Piane, strategic marketing director di Hsa Cosmetics -, confermando un segno positivo a doppia cifra. Il primo quarto ha visto infatti le vendite nette in aumento del 18% rispetto al 2020. Gli ordini in portafoglio con consegna prevista per la seconda metà dell’anno fanno presagire un mantenimento dell’incremento del fatturato a doppia cifra anche per l’autunno del 2021, con l’ipotesi di superare anche il 18%».

Il business dell’azienda è proiettato verso l’estero con una quota del 92% dei ricavi. «Il 44% è coperto dall’Europa, mentre il 27%, decisamente in crescita, dagli Stati Uniti - aggiunge il mnaager -. I Paesi facenti parte dell’accordo Apac rappresentano il 14% con previsioni di forte sviluppo per i prossimi anni, soprattutto relativamente a Cina e India, mentre i Paesi latini contribuiscono per il 7%. In Europa i Paesi principali in termini di fatturato sono Germania e UK con buone prospettive anche per la Francia che ha dato parecchie soddisfazioni nel 2020 nonostante la pandemia».

Loading...

Per i prossimi anni l’azienda ha in cantiere numerosi progetti focalizzati sulla strategia a medio e lungo termine definita tre anni che si può riassumere con tre lettere: Pdd, vale a dire product, distribution e digitalization. «Sono i tre asset principali su cui stiamo lavorando e cercando di portare innovazione - spiega delle Piane -. Per quanto riguarda il prodotto, abbiamo ormai assunto il concetto formulativo della clean beauty che, in sinergia con alcune azioni tese a migliorare gli aspetti della sostenibilità aziendale, ci assicurano prodotti più appetibili sul mercato grazie ad un aspetto più sicuro, etico e di protezione dell’ambiente». Hsa ha ampliato il suo team di professionisti in laboratorio e ha creato un nuovo dipartimento che si occupa proprio di sostenibilità e clean beauty. Ha ideato un nuovo spazio esclusivamente dedicato all’archivio delle fragranze, l’Holfactory Space in cui ogni cliente potrà valutare e scegliere la fragranza che preferisce per il suo prodotto, sviluppata successivamente con una formula personalizzata.

«Il secondo punto - aggiunge il manager - riguarda un allargamento della distribuzione, sia dei nostri brand che dei clienti private label che targettizziamo. Grazie alla nostra capacità produttiva e alla varietà di prodotti che siamo in grado di formulare, siamo passati in poco tempo da una distribuzione prettamente professionale, a una presenza nel mercato omnicanale, servendo clienti che operano non solo nei saloni di parrucchieri, ma anche in e-commerce, department store, beauty box e ovunque il prodotto cosmetico stia aumentando la sua presenza». La distribuzione si allarga soprattutto nei mercati asiatici e americani con trattative in corso per il mercato indiano. «Per l’Asia - spiega - entra in Hsa un export manager cinese, mentre per l’America nasce la nuova filiale Hsa Usa: oltre alla private label a inizio giugno abbiamo iniziato la distribuzione del primo brand di proprietà, Nouvelle».

La terza area su cui l’azienda sta lavorando da tempo è, infine, la digitalizzazione aziendale «che quest’anno vedrà l’inserimento di un nuovo gestionale, il rafforzamento e ampliamento del Crm, e altre strategie digital con operazioni di outbound e inbound con un focus particolare in Asia e Stati Uniti - conclude il manager -. E per offrire la massima personalizzazione ai nostri clienti, abbiamo lavorata a una nuova sala Webinar dedicata alle videoconferenze.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti