Food delivery

Dal monopattino alla ghost kitchen, Helbiz cresce in Italia

A Milano la prima cucina colossal da 2mila metri quadri con 6 isole dedicate a pizza, hamburger, insalata, poke, sushi e gelato mentre per le consegne si usano i motorini elettrici della piattaforma

di Enrico Netti

2' di lettura

Dai monopattini e i motorini elettrici in sharing al food delivery il passo è breve. L’italo americana Helbiz a Milano inaugura Helbiz Kitchen una ghost kitchen di circa 2mila metri quadri con l’obiettivo di fornire un servizio integrato sulla propria piattaforma.

La formula prevede cucina e consegna a domicilio di proprietà che permetteranno ai clienti milanesi di ordinare nello stesso momento fino a sei menu differenti (pizza, hamburger, insalata, poke, sushi e gelato) in un unico ordine, un’unica transazione, un’unica consegna.

Loading...

Con questa nuova linea di business, Helbiz prosegue il piano di crescita con un focus particolare sull’Italia, dove grazie a questo nuovo investimento ha creato ben 80 nuovi posti di lavoro che si aggiungono ai numerosi, già in essere.

La roadmap prevede che questo modello venga poi replicato a Washington DC, Los Angeles, Miami, Oklahoma City negli Usa, in Canada, in Europa (Portogallo, Spagna, Grecia, Serbia, Francia, Germania) ed in altre città d’Italia (Roma, Torino, Firenze, Bologna, Napoli, Bari).

Il progetto è stato affidato a Rossella Di Dio, amministratore delegato di Helbiz Kitchen, tra le fondatrici di Helbiz e con una consolidata esperienza nel business strategies, che riporterà al ceo del gruppo Helbiz, Salvatore Palella. Di Dio sarà affiancata da Paolo Scocco, responsabile dello sviluppo dei nuovi business e della gestione diretta del progetto Helbiz Kitchen, con più di 15 anni di esperienza nel settore a livello internazionale in realtà come quella di Cipriani New York dove ha ricoperto la carica di general manager.

A garantire l'eccellenza dell'esperienza gastronomica, gli Executive Chef, Rosa Di Gianfelippo ed Alex Nanni, che con la loro pluriennale competenza internazionale hanno armonicamente combinato i sapori provenienti dalla tradizione culinaria delle diverse nazioni del mondo. A supportarli, uno staff qualificato di 80 persone assunte fra cuochi, butlers, personale tecnico ed amministrativo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti