prodotto

Ecco Surface Go 2, il tablet piccolo ed economico che piace ai più giovani

Ultra-portatile e ottimo per lo studio ma non chiedetegli prestazioni straordinarie. La nostra prova.

di Luca Tremolada

default onloading pic

Ultra-portatile e ottimo per lo studio ma non chiedetegli prestazioni straordinarie. La nostra prova.


2' di lettura

La seconda generazione del tablet di Microsoft sembra nata per lo studente modello. Il dispositivo più piccolo della famiglia Surface, uscito a inizio estate, è robusto, piccolo ed economico. Ha tutto quello che serve per la scuola e lo studio, ottimo per seguire le lezioni in videoconferenza e pure per il coding. Ma non chiedetegli troppo, le prestazioni non saranno mai quelle di computer portatile.

Appena aumenti il multi-tasking, apre cinque o sei finestre sul browser alla volta o gli chiedi qualcosa di più con programmi di fotoritocco può capitare di avvertire qualche rallentamento di troppo. È vero che nella stessa fascia di prezzo troverete prodotti magari più potenti ma sono meno compatti, meno robusti e sopratutto senza l'integrazione con il mondo Windows che solo i Surface hanno. Cosa ci è piaciuto e cosa non ci ha convinto.

Surface Go 2

La prova

Il modello provato è la versione da 592 euro, che ha il Pentium come processore e può contare su 8GB di RAM e una memoria SSD da 128 GB. Esiste anche un modello da 460 euro ma 4Gb di Ram sono davvero pochini. Esiste anche una versione con chip Intel Core i3 ma il prezzo supera i 700 euro.

Surface Go 2

Le dimensioni sono quelle di un Pad o di un iPad Pro da 11 pollici. Ma a differenza del tablet di Apple ha il cavalletto per tenerlo in piedi, lo slot per la scheda microSd, e il jack per le cuffie. Il punto di forza è la qualità della telecamera (con Windows Hello le videoconferenze sono perfette), bene anche il display PixelSense non luminosissimo con una risoluzione da 1920 x 1280 pixel. C'è poi la compatibilità con Surface Pen e l'integrazione perfetta con tutto il mondo Windows 10.

Non ultimo il “fattore forma” che rende il Surface un prodotto diverso dagli altri, versatile e ultra-portatile. Meno bene l'autonomia, solo cinque o sei ore e per essere un prodotto da portare in borsa è un po' pochino. La tastiera non è compresa quindi va aggiunto un centinaio di euro. E' bella anche se un po' troppo flessibile. Capitolo a parte il gaming: è fondamentalmente un tablet e quindi non è un oggetto per un giocatore da Pc.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti