La lezione del Covid

Fabiana Filippi, un nuovo modo di pensare il contatto con i clienti e con il territorio

Strategia multicanale

di Chiara Beghelli

I colori della natura e l'iconico bianco caratterizzano il look della collezione autunno-inverno 2021-22 di Fabiana Filippi

2' di lettura

«La pandemia ci ha insegnato cose che in futuro saranno delle opportunità. Dobbiamo solo essere attenti ad accettare le innovazioni, anche se sono più impegnative, e non tornare nella vecchia confort zone»: alla guida di Fabiana Filippi, l’azienda di famiglia nata a Giano dell’Umbria e che gestisce insieme al fratello Giacomo, Mario Filippi sottolinea fortemente la necessità di guardare al futuro come un territorio ricco di occasioni. «Abbiamo capito, per esempio, che sul piano delle vendite è fondamentale investire in tutti i canali, il wholesale, il retail e l’e-commerce. Non è più possibile separarli. E che se l’e-commerce è cresciuto moltissimo e ha ancora molto spazio per svilupparsi, i negozi dovranno evolversi in spazi di incontro, di contatto e di narrazione del brand. Abbiamo innovato in sei mesi quello che avremmo fatto in due anni e mezzo - spiega l’imprenditore -. E sono molto fiducioso per il futuro, i segnali sono buoni».

Alle novità si associa un solido rapporto con i codici del marchio, amato in Italia (primo mercato con il 25% delle vendite) e in 40 Paesi del mondo per le sue creazioni in filati pregiati. La collezione PE 22 che sarà presentata con un film, dunque in digitale, giovedì 23 settembre «punterà su essenzialità e ricercatezza, le due anime del nostro brand - nota-. Capi da indossare con grande facilità, che devono integrarsi nel guardaroba ed essere belli anche nelle stagioni successive. Insieme alle nostre consuete lavorazioni artigianali, daremo più spazio a colori come il rosso, il rosa, il cipria, il blu, e agli accessori, dunque calzature e borse». Della nuova collezione farà parte anche una capsule in chambray ecologico e 100% naturale, senza alcun trattamento aggiuntivo, composta da trench, chemisier, pantaloni, camicie over da abbinare a un mocassino, che si inserisce nel progetto Terra, con cui Fabiana Filippi sottolinea il suo impegno per una vera sostenibilità: «Ci definiamo “sostenibili per natura” perché nei 30 anni della nostra attività abbiamo sempre prodotto riducendo a zero gli scarti, ma anche perché abbiamo scelto di fondare e mantenere la nostra manifattura a Giano dell’Umbria, un paese di 3mila abitanti, con un impatto molto positivo sul tessuto sociale - aggiunge l’ad-. Terra è il nostro impegno più importante, che coinvolge il prodotto, con materie prime raccolte o prodotte in modo naturale, senza pesticidi per esempio, nei colori della natura, ma anche i giovani creativi a cui chiediamo un’idea stilistica su come utilizzarli. E con parte del ricavato delle nostre vendite tramite e-commerce per la Giornata della Terra sosteniamo il Fai per la tutela del Bosco di San Francesco ad Assisi. Sosteniamo anche i progetti dei piccoli comuni, come il museo di Montefalco. È il nostro modo per restituire al territorio la bellezza che ispira la nostra creatività».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti