agricoltura

Fieragricola a Verona il 29 gennaio, trattori in piazza contro la cimice asiatica

Si prepara ad aprire i battenti la 114esima edizione della fiera , che quest’anno è dedicata all’Africa e all’economia circolare.

di Micaela Cappellini

default onloading pic
(Dusan Kostic - Fotolia)

Si prepara ad aprire i battenti la 114esima edizione della fiera , che quest’anno è dedicata all’Africa e all’economia circolare.


2' di lettura

Economia circolare, lotta ai cambiamenti climatici e un nuovo sistema di relazioni con il continente africano che metta al centro l'agricoltura italiana ed europea. Sono questi i temi chiave della 114ma edizione di Fieragricola di Verona, la kermesse biennale internazionale dedicata all'agricoltura, che si terrà a Verona dal 29 gennaio all'1 febbraio . Dieci padiglioni occupati e 900 espositori , l’8,2% in più rispetto all'edizione 2018, per una delle fiere più storiche del settore.

E proprio per il giorno della sua inaugurazione, vista la presenza della ministra dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, la Coldiretti annuncia una manifestazione a Verona: porterà i trattori in piazza, per protestare contro le misure insufficienti con cui finora sono stati affrontati i danni subiti dall’agricoltura italiana per colpa della cimice asiatica. Per l'occasione il presidente della confederazione, Ettore Prandini, presenterà alla ministra e al governatore del Veneto, Luca Zaia, il primo studio Coldiretti sui danni da cimnice nelle campagne italiane. L’obiettivo è chiedere alle istituzioni italiane, ma anche a quelle europee, misure di sostegno adeguate a fronteggiare questa calamità.

Al centro dell’edizione 2020 di Fieragricola ci sarà anche il Green Deal europeo. «Fieragricola accenderà i riflettori sul piano illustrato dalla Commissione Ue e che coinvolge il sistema agricolo in maniera articolata - ha spiegato il presidente di Veronafiere, Maurizio Danese -. L'obiettivo di conseguire la neutralità climatica entro il 2050 richiede sforzi congiunti su scala mondiale e un impegno netto da parte di tutti gli attori della filiera agricola in termini di lotta ai cambiamenti climatici, biodiversità, agroecologia, sostegno alle energie rinnovabili e all'economia circolare. In quest'ottica l'appuntamento di Verona punta a offrire spunti di riflessione e soluzioni pratiche per accompagnare il mondo imprenditoriale e le filiere agro-zootecniche verso la sostenibilità ambientale, economica e sociale».

L’altro fronte delle opportunità è quello del continente africano, al quale verrà dedicato il convegno inaugurale del 29 gennaio. All'incontro oltre alla ministra italiana Bellanova, parteciperà anche la ministra dell'Agricoltura dlela Croazia Marija Vučković. Nell'occasione sarà presentata anche un'analisi di Nomisma sulle occasioni di interscambio commerciale con il continente africano.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...