ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùInfrastrutture

Fs, pronto il bando per la nuova stazione Firenze Belfiore

La gara Rfi per l’alta velocità vale 1,1 miliardi e si somma agli avvisi Anas (2 miliardi) che riguardano invece nuove opere e lavori di manutenzione

di Marco Morino

3' di lettura

Il Gruppo Fs (Ferrovie italiane), tramite le controllate Anas e Rfi (Rete ferroviaria italiana), lancia gare per un importo superiore ai 3 miliardi che interessano strade, autostrade e alta velocità ferroviaria. Partiamo proprio dalla Tav.

La stazione Av di Firenze

Rfi ha pubblicato in Gazzetta ufficiale dell’Unione europea il bando di gara, dell’importo complessivo di oltre 1,1 miliardi di euro, per la realizzazione del passante e della stazione alta velocità del nodo di Firenze. Un’opera considerata strategica per il Gruppo Fs, che consentirà una nuova configurazione della rete ferroviaria fiorentina, facendo sì che i treni ad alta velocità non interferiscano più con quelli regionali, con effetti positivi sia sulla regolarità del servizio sia sul suo eventuale potenziamento, in termini di frequenza e numero di corse.

Loading...

Il passante della nuova linea veloce si sviluppa per circa 7 chilometri in sotterranea con due gallerie parallele mediamente a circa 20 metri di profondità, completate con due tratti terminali in superficie: a nord tra le stazioni di Firenze Castello e Firenze Rifredi, e a sud nei pressi della stazione di Firenze Campo di Marte. Lo scavo delle gallerie avverrà con tecniche di tipo meccanizzato tramite l’utilizzo di una fresa tunnel boring machine. Lungo il tracciato in sotterraneo verrà realizzata la nuova stazione di Firenze Belfiore, progettata dallo studio di architettura Foster. La stazione, servita dai treni ad alta velocità, sarà interconnessa con la stazione di Santa Maria Novella e con l’intera area urbana circostante grazie a diverse modalità di trasporto: il nuovo people-mover che opererà tra la nuova stazione e Santa Maria Novella, la linea 2 del sistema tramviario cittadino già in esercizio, la nuova fermata ferroviaria di superficie denominata Circondaria e i collegamenti, opportunamente potenziati, con bus urbani.

Intanto sul posto stanno proseguendo le attività propedeutiche all’apertura del maxi cantiere. Secondo i programmi di Rfi, l’accensione della fresa, che darà ufficialmente avvio ai lavori di scavo, dovrebbe avvenire entro il 30 marzo 2023. Se i tempi saranno confermati, il primo treno potrà fermarsi alla stazione Foster di Firenze nel primo semestre del 2028.

I bandi di Anas

Anas ha pubblicato in Gazzetta ufficiale dieci bandi di gara, nove dei quali destinati a nuove opere per un investimento complessivo di oltre 2 miliardi di euro. Il decimo bando di gara, del valore complessivo di 160 milioni di euro, interessa l’esecuzione di lavori di manutenzione programmata della pavimentazione della rete stradale e autostradale in gestione. Tutti i quadri economici delle nuove opere in gara sono stati aggiornati con il nuovo prezzario Anas varato a giugno. Gli interventi riguardano sei regioni: Valle D’Aosta, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Calabria e Sicilia.

Per quanto la manutenzione della pavimentazione della rete stradale e autostradale, il bando Anas riguarda le regioni Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Umbria. Nel dettaglio, si tratta di un accordo quadro biennale suddiviso in 16 lotti, ognuno da 10 milioni di euro. Per ciascuna regione gli investimenti sono: 30 milioni per l’Emilia-Romagna, 20 milioni per il Lazio, 30 milioni per la Lombardia, 20 milioni per le Marche, 30 milioni per il Piemonte, 20 milioni per il Toscana, 10 milioni per l’Umbria.

Spiega Anas in una nota: «Si tratta di una significativa iniezione di risorse con un rilevante impatto sul settore infrastrutturale del Paese. L’obiettivo è quello di sviluppare infrastrutture viarie, di concerto con il territorio, per fornire supporto alle aree produttive, con certezza di costi, tempi di percorrenza, accessibilità dei trasferimenti e qualità del servizio. L’impegno è quello di innalzare i livelli di comfort e sicurezza della rete stradale, offrendo un viaggio più sicuro».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti