ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùA Cibus

Garofalo, da 30 a 200 milioni di fatturato in 20 anni

La strategia di crescita del brand di pasta di Gragnano Igp che punta su nuove referenze e sostenibilità

di E.Sg.

Pasta Garofalo sfiora i 200 milioni di fatturato

2' di lettura

Crescita del fatturato da 31 a 197 milioni di euro per 80 milioni di investimenti effettuati e una produzione passata da 195 tonnellate al giorno a 750 tonnellate su 9 linee di produzione a cui lavorano 220 dipendenti. Sono alcuni dei numeri che il Pastificio Garofalo ha deciso di raccontare a Cibus, in corso a Parma in questi giorni, in occasione dei 20 anni dalla nascita della linea a marchio lanciata nel 2002 e che in realtà vanta una storia nata nel 1789. In evidenza anche l’impegno per la sostenibilità con l’85% di energia autoprodotta e la riduzione di 11mila tonnellate di anidride carbonica.

«Siamo molto felici di festeggiare un anniversario così importante durante la più autorevole e internazionale kermesse dedicata al mondo dell'alimentazione. Una ricorrenza che ci vede orgogliosi di un intenso percorso: 20 anni di passione, scelte e tappe che ci hanno permesso di raggiungere importanti traguardi – dichiara l’ amministratore delegato Massimo Menna –. Con grande soddisfazione possiamo affermare di aver chiuso un 2021 eccellente con ricavi a circa 200 milioni di euro a conferma della solidità dell'azienda, un risultato che per noi rappresenta non solo un traguardo ma anche un punto di partenza per affrontare un anno sfidante».

Loading...

Tra le nuove referenze presentate a Cibus dal pastificio – che anche quest’anno è stato selezionato anche nella Diversity Brand Index Top50, «tra le aziende che si sono distinte sui temi dell'inclusione e hanno manifestato con i loro progetti l'impegno con più alto impatto sociale sul fronte Diversity & Inclusion» – : Farfalle, Fusilli e Lasagne della linea Senza Glutine; e la linea Russo di Cicciano che «prevede un nuovo pack in carta con nuova veste grafica, fedele ai colori e ai formati dello storico brand, che valorizza al meglio il grano 100% italiano».

Sul fronte marketing, infine, si consolida la collaborazione con Disney Italia, nata nel 2021 in occasione dell’uscita del film “Luca”: è stata infatti siglata con con Marvel una brand-partnership sui film “Doctor Strange nel Multiverso della follia” (dal 4 maggio con il progetto “The Cooking Universe”); “Thor: Love and Thunder” e “Black Panther: Wakanda Forever”.

Nel 2014 il 52% del capitale sociale di Garofalo è passato al gruppo spagnolo Ebro Foods, multinazionale che opera nei settori del riso, della pasta e dei condimenti, quotato alla Borsa di Madrid. Il restante 48% è controllato dell’amministratore delegato Massimo Menna, la cui famiglia aveva assunto il controllo nel 1997 (ma era nel capitale sociale già dal 1952). Nel 2001 il pastificio, che nei decenni precedenti aveva concentrato il proprio business all'estero e nella produzione per conto terzi, decide di ripartire con la produzione di una linea a marchio destinata anche all'Italia: così nel 2002 nasce la linea Garofalo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti