calcio Italano

Il Bologna festeggia i 110 anni di storia con un calciomercato da record

Il 3 ottobre 2019 il Bologna Calcio festeggerà il centedecimo anno della propria storia. Il club ha studiato un fitto calendario di eventi e intanto gli investimenti nel calciomercato estivo si avvicinano ai 50 milioni

di Veronica Riefolo


default onloading pic

2' di lettura

Il Bologna compie 110 anni e si prepara ad una festa lunga un anno. Il 3 ottobre, infatti, il Bologna Calcio festeggerà il centedecimo anno della propria storia e per celebrare la ricorrenza il club ha studiato un calendario di eventi. Il calendario prevede mostre, eventi, serate culturali che fondono la storia sportiva del club con quella della città ed è stato presentato al Museo Civico Medievale di Bologna alla presenza dell'ad, Claudio Fenucci, dell'assessore allo sport, Matteo Lepore, del presidente dell’associazione Musei, Roberto Grandi.

Gli eventi

Si comincia già a luglio con la presentazione del libro «Bolognesi in 110 personaggi +1» e si prosegue con la serata «Caro Bologna ti scrivo» in cui Giorgio Comaschi ripercorrerà la storia del club attraverso le grandi penne sportive, da Brera a Pasolini. A settembre, presentazione del libro «Bologna 110 - La grande avventura rossoblù: l’epopea, la gloria, le immagini inedite», di Carlo Chiesa e a ottobre l’inaugurazione della mostra Atleti, cavalieri e goleador, che coinvolgerà Villa delle Rose, il Museo Civico Archeologico e Museo Civico Medievale. In programma anche l’apposizione di una targa celebrativa tra via Orefici e Piazza Re Enzo, dove nel 1909 nacque il Bologna nell’allora via Spaderia, oltre alla presentazione della terza maglia. Al Dall’Ara andrà poi in scena una partita di gala ‘Legends', con Capitan Di Vaio che scenderà in campo insieme a una rappresentanza di glorie rossoblù del recente passato. A novembre sarà istituita la Hall Of Fame, mentre a febbraio sarà presentata una collezione di tute e maglie Bologna Vintage. Gli eventi proseguiranno fino alla primavera estate del 2020, con iniziative ancora in fase di studio.

Mercato Super

Quello che appare già chiaro, invece, è l’intento del presidente Joey Saputo di non badare a spese per rinforzare la sua squadra, come da lui stesso annunciato nella conferenza stampa tenuta allo stadio Dall’Ara, poco prima del volo per rientrare a Montreal, per anticipare le linee programmatiche del futuro: «Sono competitivo. In questi quattro anni ci siamo assestati in serie A, ma nella prima parte di stagione abbiamo sofferto troppo e non dovrà succedere mai più. Ho toccato con mano che con qualche investimento e l'arrivo di un nuovo allenatore la squadra è cresciuta e viaggiato a ritmo Champions collezionando 30 punti in 17 punti. È su questa linea che voglio continuare. Investirò per un Bologna che sia sempre da colonna sinistra della parte classifica: così, azzeccando la stagione lotteremo per l'Europa e quando andrà male non rischieremo mai la serie B».
Dopotutto il patron del Bologna ha già speso 41,5 milioni con i riscatti di Orsolini (15) più la coppia Soriano-Sansone (7,5 ciascuno). Senza dimenticare gli acquisti del centrale olandese Denswil dal Brugge per 6 milioni, del centrocampista olandese Schouten dall’Excelsior per 3 milioni, e di Mattia Bani dal Chievo per 2,5 milioni. E il calciomercato chiuderà il 2 settembre...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...