cultura e impresa

Il Mibact sostiene l’Italia dei borghi

Con un budget di 750.000 euro l'avviso finanzierà attività culturali nei piccoli comuni italiani. Per partecipare c'è tempo fino al 15 gennaio 2021

di Roberta Capozucca

default onloading pic

Con un budget di 750.000 euro l'avviso finanzierà attività culturali nei piccoli comuni italiani. Per partecipare c'è tempo fino al 15 gennaio 2021


3' di lettura

È online l'attesissimoBorghi in Festival - Comunità, cultura, impresa per la rigenerazione dei territori ” , il bando nazionale dedicato al finanziamento di attività culturali nei più piccoli Comuni italiani. L'avviso, frutto di un accordo tra Direzione Generale Creatività Contemporanea e Direzione Generale Turismo del MiBACT , si propone di sostenere quelle progettualità sviluppate dalla comunità a cura del territorio, di rafforzare l'offerta turistica dei centri minori e di promuovere lo sviluppo di progetti integrati pubblico-privato; tra gli obiettivi c'è anche la valorizzazione e il sostegno di contenuti innovativi nelle attività di formazione e accessibilità al patrimonio anche attraverso l'impiego delle nuove tecnologie.

Il programma

Nasce all'interno delle più recenti indicazioni sul ruolo della cultura come mezzo di sviluppo sostenibile per i territori (Una nuova agenda europea per la cultura , Commissione Europea 2018 e Piano di lavoro per la cultura 2019-2022 , Consiglio d'Europa 2018), non vuole essere un semplice incubatore di nuovi progetti creativi, ma piuttosto di azioni in cui cittadini e istituzioni collaborarono per costruire nuove comunità d'intenti con impatti positivi sul territorio di riferimento. Come spiega Anna Laura Orrico, Sottosegretario di Stato del MiBACT: “Puntiamo alla rigenerazione dei territori come spazi di sperimentazione, in cui attivare modelli di economia innovativi, equilibrati, sostenibili, strettamente connessi con le comunità locali. Vogliamo che le comunità si prendano cura dei loro territori e che lo facciano promuovendone il valore storico e identitario, valorizzandone il patrimonio culturale materiale e immateriale, avviando percorsi formativi, attivando iniziative imprenditoriali, creando così opportunità di crescita sociale ed economica. I borghi sono il sistema nervoso del nostro Paese, l'emergenza sanitaria ci ha spinto a riscoprirli come luoghi non solo da visitare ma in cui vivere, sperimentare, fare impresa, creare lavoro, attivare modelli di economia innovativi, equilibrati, sostenibili. In tal senso, fondamentale è il concetto di rete: i Comuni, le comunità, devono saper agire in una logica di filiera che favorisca l'interazione, lo scambio e la condivisione con attori istituzionali, privati e residenti”.

Loading...

Come partecipare al bando

Destinatari dell' Avviso sono i Comuni con popolazione residente fino a 5.000 abitanti o fino a 10.000 abitanti, che abbiano individuato il centro storico quale zona territoriale omogenea (ZTO) con preferenza per quelli identificabili come aree prioritarie e complesse alla luce delle dimensioni economiche, ambientali, sociali e culturali. Il bando, che intende favorire progettualità basate su approcci integrati, invita i Comuni a partecipare anche in rete tra loro e coinvolgendo anche almeno un ente non profit e almeno un soggetto privato. Il finanziamento erogabile prevede un limite massimo di 75.000 euro per i Comuni che partecipano singolarmente e di 250.000 euro per i Comuni che partecipano in rete. I progetti potranno prevedere diverse attività tra cui: incontri, seminari, laboratori per il coinvolgimento attivo dei cittadini residenti, attività di formazione per lo sviluppo d'imprese turistico-culturali, ma anche attività dedicate a specialisti, professionisti e locali per la valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale dei territori mediante attività e servizi artistici. Il bando finanzierà, inoltre, la realizzazione di piattaforme digitali e strumenti di comunicazione per la diffusione di progetti e quelle attività culturali e creative incentrate sulla promozione del dialogo intergenerazionale, interculturale e sociale con particolare attenzione all'innovazione, alla sostenibilità, al coinvolgimento della cittadinanza e all'impatto sul territorio. I progetti vincitori dovranno essere realizzati da aprile a luglio 2021.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti