EMERGENZA CORONAVIRUS

#iorestoacasa: Coldiretti chiude agriturismi in tutta Italia

Per due settimane le attività all’esterno verranno interrotte. Garantite, in alcune realtà, le consegne a domicilio con iniziative di sostegno alle fasce più deboli della popolazione come il servizio rivolto agli anziani

di G.d.O.

(Tomasinelli Francesco / AGF)

1' di lettura

Dopo la serrata dei ristoranti soprattutto in Lombardia, e per chi può la loro riconversione al food delivery, anche gli agriturismi della Coldiretti dispongono volontariamente la chiusura nelle prossime due settimane per aderire alla campagna #iorestoacasa. Una decisione assunta dal Consiglio Nazionale della Coldiretti riunito in seduta straordinaria con il presidente Ettore Prandini in videoconferenza per affrontare l'emergenza Coronavirus. «Verranno comunque garantite – sottolinea la Coldiretti - le consegne a domicilio con iniziative di sostegno alle fasce più deboli della popolazione in alcune realtà come il servizio “Caro nonno ti cibo!” rivolto agli anziani».

Ci si augura l’apertura per Pasqua
«La nostra decisione - ha spiegato il presidente di Terranostra Coldiretti, Diego Scaramuzza - è una assunzione di responsabilità verso i cittadini ed il Paese per concentrare in queste settimane decisive tutte le energie nella lotta alla diffusione del virus. Ci auguriamo che questo sacrificio sia utile a superare l'emergenza per rivedere tutti gli amanti della campagna nelle nostre aziende a Pasqua».

Sono oltre 13 milioni le presenze stimate nell'ultimo anno nelle 23mila strutture agrituristiche diffuse su tutto il territorio nazionale con 253mila posti letto e quasi 442mila coperti per il ristoro, sulla base di una analisi Coldiretti su dati Istat.

Loading...

Per approfondire
Coronavirus, i ristoranti milanesi chiedono chiusura totale e agevolazioni anticrisi

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti