Test drive

Jeep Compass e-Hybrid, ecco com'è, come va e quanto costa la versione mild-hybrid

La Compass e la Renegade e-Hybrid allungano il filone delle Jeep eco-friendly con un powertrain etichettato come mild-hybrid a 48 V ma che, in realtà, è anche un full-hybrid perché spinge queste nuove versioni anche solo a emissioni zero

di Massimo Mambretti

4' di lettura

Le Jeep Compass e Reegade e-Hybrid a trazione anteriore hybrid sono un po' mild 48V e un po' ibride pure, perché la tecnologia integrata nel loro powertrain offre anche la possibilità di marciare brevemente in modalità elettrica. Il sistema è in pratica il livello 1 della mobilità elettrica nel vero senso della definizione. Praticamente indistinguibili dalle versioni a benzina, turbodiesel e ibride plug-in già in vendita, le Jeep e-Hybrid celano sotto le vesti un pacchetto di innovative tecnologie che include un powertrain elettrificato da una rete a 48V, un cambio di nuova generazione e tanti dispositivi elettronici che servono per sfruttare il più possibile la trazione elettrica. Il cocktail conferma la strategia della Jeep di offrire differenti architetture green per assecondare al meglio la personalità di ogni modello, sfruttando powertrain presenti nella banca d'organi di Stellantis oppure sviluppandone di specifici.

Jeep e-Hybrid, un sofisticato motore a benzina e due elettrici

Il powertrain con 130 cavalli e 240 Nm di coppia delle Jeep e-Hybrid è lo stesso che spinge le Fiat 500X e Tipo Hybrid e che sarà utilizzato anche dal suv compatto Alfa Romeo Tonale. Il sistema è composto da un motore a iniezione diretta di benzina a quattro cilindri turbo di 1,5 litri con 130 cavalli e 240 Nm di coppia con doppio variatore di fase e iniezione ad alta pressione a 350 bar, oltre che da due unità elettriche. Un motore elettrico è inserito nel motore a benzina e svolge il compito di motorino d'avviamento/alternatore, l'altro collegato a una rete a 48Vè integrato nel nuovo cambio a doppia frizione con sette marce e sviluppa 20 cavalli e una coppia che trasmette alle ruote sino a 135 Nm. Quest'ultimo spinge anche le e-Hybrid autonomamente, ovviamente quando è sufficientemente carica la piccola batteria agli ioni di litio da circa 0,8 kWh che si autorigenera nelle decelerazioni, razionalmente sistemata sotto al tunnel centrale fra i sedili anteriori per non sottrarre spazio nell'abitacolo e nella zona di carico.

Loading...

Jeep e-Hybrid, l'elettronica scandisce la marcia elettrica

La Compass e la Renegade e-Hybrid possono muoversi a emissioni zero sfruttando solo il motore elettrico inserito nel cambio in diverse situazioni: in partenza, durante le manovre di parcheggio e nel traffico per brevi tratti e a bassissima andatura. Queste possibilità entrano in scena automaticamente in base ai parametri di marcia rilevati dall'elettronica, così come automaticamente le e-Hybrid recuperano energia nei rallentamenti attraverso l'energico freno motore dell'unità elettrica, modalità che in alcune situazioni precede l'immagazzinamento durante la frenata vera e propria. Ovviamente, quando si affonda l'acceleratore il motore a benzina si riaccende ma poi lavora in sinergia con l'elettrico, che fornisce coppia e potenza per contenere il consumo.

Jeep Compass e-Hybrid, le foto della prova

Jeep Compass e-Hybrid, le foto della prova

Photogallery8 foto

Visualizza

Jeep e-Hybrid, come va la Compass su strada

A bordo della Compass e-Hybrid solo le informazioni del display della strumentazione e specifiche schermate di quello del sistema d'infotainment tradiscono l'indole eco-friendly di questo modello, indicando cosa combina il sistema propulsivo. In un ambiente che nel caso della serie speciale Upland si distingue da quello delle versioni già in vendita solo per la presentazione basata sull'esteso impiego di materiali eco-compatibili.

Premendo il tasto d'accensione si avverte subito che questa Compass ha una personalità particolare. Infatti, non si avverte nessuna rumorosità. La vettura inizia a muoversi elettricamente per chiamare, poi, in causa il nuovo motore turbo a benzina non appena si accelera. Da quel momento il gioco di squadra fra le due unità si sviluppa in maniera inavvertibile e lineare, tranne quando si affonda con decisione l'acceleratore perché il cambio non è molto veloce nell'assecondare il comando. La spinta offerta dal motore elettrico è ben avvertibile nelle accelerazioni e nelle riprese, ma il suo compito principale è quello di impedire al 1.500 turbo di spostare il peso della vettura nelle partenze da fermo nel traffico, assai frequenti nel traffico. Ovvero, le situazioni in cui il consumo di benzina è più elevato, prima avviando la vettura e poi facendola avanzare per brevi tratti a emissioni zero. Nella parte urbana del percorso di prova accelerando molto dolcemente dopo le ripartenze ai semafori siamo riusciti a sfiorare i 30 all'ora, una velocità che nella marcia stop & go si raggiunge raramente. In ogni caso, nel traffico grazie anche al continuo recupero di energia nei rallentamenti si può dire che questa Compass si muove solo sfruttando la spinta del motore elettrico. Al termine di un percorso che si è snodato tra città, collina e autostrada abbiamo registralo una percorrenza media di 14,1 chilometri con un litro. A livello dinamico la Compass e-Hybrid (193 km/h, 0-100 in 10”, 17,8 km/l) ricalca le altre versioni, grazie al comportamento affidabile e alla maneggevolezza.

Jeep e-Hybrid, allestimenti e prezzi della Compass e della Renegade

La Compass e la Renegade e-Hybrid sono accomunate dal sistema propulsivo, ma hanno famiglie differenti. La prima è disponibile negli allestimenti Longitude, Business, Night Eagle, Limited ed S a prezzi che vanno da 36.200 a 43.450 euro. La seconda solo con il Limited e l'S a cifre che spaziano da 32.200 a 36.200 euro. Entrambe offrono anche la serie speciale Upland caratterizzata dalla verniciatura azzurra della carrozzeria, da dettagli estetici specifici e da finiture interne realizzate con materiali riciclati. La Renegade è in vendita a 35.100 euro, mentre la Compass è proposta a 41.950 euro. Le due nuove Jeep ibride sono dotate di molti sistemi di sicurezza e assistenza alla guida, che generano sulla Compass anche un sistema di guida autonoma di livello 2, grazie all'interazione tra il cruise control adattivo e il sistema che mantiene la vettura al centro della corsia.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti