ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTest drive

Kia Niro: ecco com'è, come va e quanto costa la seconda serie

La Niro si rinnova a tutto tondo puntando su stile, sostenibilità, tecnologie e comfort. La gamma che è composta solo da versioni con motori ibridi e full-electric, ma resi ancora più efficienti da nuove soluzioni

di Massimo Mambretti

4' di lettura

La seconda generazione della Niro è il terzo nuovo modello che la Kia mette in strada nel volgere di pochi mesi. Il crossover nato ibrido, ma poi diventato anche full-electric, eredita molto dall'elettrica Ev6 e dalla nuova Sportage, in particolare le tecnologie. Un corredo che permette alla nuova Niro di non avere timori reverenziali anche nei confronti dei modelli premium. Un ambito che, però, dichiaratamente evita di frequentare per restare fedele a un equo rapporto tra prezzo e contenuti.

Kia Niro, più trendy, più grande e più hi-tech

La svolta stilistica della Kia avviata dall'ammiraglia elettrica Ev6 e dalla Sportage si evolve ulteriormente con la nuova Niro, sfruttando anche la terza evoluzione dell'architettura K. Offre un passo più lungo che arriva a 2,72 metri e mette d'accordo linea e funzionalità con nuove proporzioni. L'aspetto è personale e si distingue anche da quelli delle consanguinee grazie alla personale interpretazione del più recente family-style del marchio, ai tratti squadrati e all'imponente montante posteriore del tetto, reso ancora più evidente dalla tinta contrastante, che ha la funzione di ottimizzare l'aerodinamica e, infine, all'aspetto della coda in cui spiccano fari a forma di boomerang. Con una lunghezza che arriva a 4,42 metri e una larghezza a 1,82 metri, la nuova Niro ha una corporatura un po' più robusta della precedente. La crescita si riflette sull'ampiezza dell'abitacolo anche con la complicità di esili sedili, che consentono anche a chi siede dietro di disporre di una buona quantità di spazio per le gambe. Per di più, premiando anche la capacità del bagagliaio della versione Hev full-hybrid che spazia da 451 a 1.445 litri, perché la sua compatta batteria è sistemata sotto al divano posteriore. Invece, la capacità del vano di carico della versione Phev ibrida plug-in va da 348 a 1.342 litri perché la batteria più grande sconfina sino sotto il piano di appoggio, quindi riduce l'altezza del vano. Invece, la Niro elettrica è quella che offre le maggiori possibilità di carico, vanno da 495 a 1.392 litri, dato che il suo robusto pacco batterie è sotto al pavimento.

Loading...

La presentazione dell'abitacolo poggia su funzionalità e hi-tech. L'ambiente è gradevole, razionalmente impostato e offre molte pratiche soluzioni come le prese Usb posteriori inserite negli schienali dei sedili anteriori, la piastra per la ricarica wireless dei device e tanti ampi portaoggetti. L'interno sottolinea l'indole green della Niro con rivestimenti ottenuti da carta riciclata, da fibre naturali e biopoliuretano, oltre che da trattamenti superficiali dei rivestimenti plastici esenti da aromatici. La plancia è dominata dal maxi-schermo curvo by Kia, formato dai display da 10,25” della strumentazione configurabile e del sistema d'infotainment, ai quali si può aggiungere l'head up display. L'infotainment si basa sull'ultima generazione del sistema Uvo ed è sempre connesso, interagisce via wireless con gli smartphone ed è ben gestibile.

Kia Niro, nuove tecnologie aumentano l'efficienza

Gli aggiornamenti dei powertrain delle tre Niro sono tutti destinati a prolungare l'uso della trazione elettrica. I sistemi propulsivi della full-hybrid di potenza invariata rispetto al passato e della ibrida alla spina integrano sempre un motore a benzina di 1,6 litri da 105 cavalli ma con attriti ridotti assieme a un nuovo cambio a doppia frizione a sei marce, privo del rapporto della retromarcia. Infatti, questa modalità è affidata al motore elettrico. Tuttavia, l'unità elettrica della Phev adesso è da 84 cavalli innalza la potenza del sistema a 183 cavalli e grazie alla batteria da 11,1 invece che da 8,9 kWh nonché a un nuovo radiatore che genera continuamente flussi di aria calda assicura percorrenze elettriche che arrivano a 65 chilometri. Una ventina in più della precedente. Il motore elettrico della Niro Ev eroga sempre 204 cavalli, ma ora è alimentato da una batteria da 64,8 kWh, che attesta l'autonomia a 460 chilometri. Le nuove Niro offrono anche tre step di recupero dell'energia in movimento impostabili con i paddles al volante e la modalita green zone, che attiva automaticamente la marcia a emissioni zero nelle zone urbane e in quelle considerate verdi, come quelle vicine a scuole e a ospedali.

Kia Niro, le foto dal vivo: ecco com'è in strada

Kia Niro, le foto dal vivo: ecco com'è in strada

Photogallery11 foto

Visualizza

Kia Niro, come va la rinnovata full-hybrid

Abbiamo provato una Niro Hev di pre-serie in allestimento Evolution in vendita a 34.500 euro che offre tutto quanto ci si può attendere da un modello premium (gli altri sono il Business e lo Style) sulle strade della costa e dell'entroterra ligure. A livello di rendimento il powertrain è avvantaggiato dal nuovo cambio soprattutto con la modalità Eco, con la quale l'erogazione è molto lineare e non trasmette quando questa Niro fa la full-electric o l’ibrida. Sfruttando la batteria ci si muove a emissioni zero spesso e volentieri grazie anche all'efficace gestione dei flussi elettrici, ma se ne ha la percezione solo guardando se nella strumentazione è accesa la spia Ev. Quindi, non è necessario adottare particolari accortezze per marciare elettricamente né nelle fasi di spunto né quando si richiedono variazioni di velocità. L'evoluzione della Niro influenza positivamente anche il confort, grazie alla maggiore coibentazione dell'abitacolo e alla taratura delle sospensioni che, dal canto suo, non ha l'ambizione di rendere più dinamica la nuova Niro rispetto alla precedente. Tuttavia, la messa a punto della generazione 2.0 assicura una guida gradevole e sicura anche tra le curve.

Kia Niro, versioni e prezzi

Le vendite della nuova Niro iniziano con la versione full-hybrid, proposta subito negli allestimenti Business da 30.500 euro e Style da 32.500 euro che offre anche Adas per un sistema di guida semi-autonoma di livello 2, ai quali si aggiunge l'Evolution che è praticamente full-optional e costa 34.500 euro. Sono già ordinabili per consegne previste da settembre anche le Niro Phev ed Ev. La prima è proposta solo negli allestimenti Style da 40.250 euro ed Evolution da 42.250 euro. Optando per il pack Eco che include anche cerchi da 16” invece che da 18”, questa versione rientra nella fascia di emissioni che dà accesso in caso di rottamazione all'ecobonus più alto in assoluto: 5.000 euro. Ovvero, la stessa cifra a cui si può accedere con l'elettrica Niro Ev, disponibile nelle versioni Business da 42.700 euro ed Evolution da 47.500 euro.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti