GRAND SEIKO

L’impero del tempo

Istituzione dell'orologeria giapponese, Seiko nel 2010 ha reso indipendente e lanciato sul mercato mondiale quella che fino ad allora era la sua collezione alto di gamma e che oggi è diventato un nome riconosciuto del settore delle lancette

di Paco Guarnaccia

Un momento di lavoro nello Shizukuishi Watch Studio nella manifattura di Morioka

4' di lettura

Il Giappone è sempre stato un mondo lontano ma di indubbio e irresistibile fascino per chi è nato in occidente. È un paese con storia, cultura e tradizioni millenarie, che è stato capace di proiettarsi nel futuro con grande velocità e successo. Anche nel mondo delle lancette diventando uno dei paesi più autorevoli al di fuori dell'imprescindibile Svizzera. Un ruolo di rilievo nel concorrere a questo risultato lo ha avuto il marchio Seiko.

Uno dei modelli dedicati al 20° Anniversario del movimento Spring Drive. Cassa in platino. (58.500 euro).

Un'istituzione e un orgoglio del paese del Sol Levante che è un gruppo dalle molte anime, fondato dal 22enne Kintaro Hattori nel 1881, anno in cui decise di aprire un negozio per riparare orologi nel quartiere Ginza a Tokyo, quello che attualmente corrisponde allo shopping del lusso della capitale giapponese e in cui i prezzi al metro quadro di ogni edificio sono i più alti del mondo. Il disegno che aveva in mente Hattori era ben più grande. E più grande è effettivamente diventato. Nel 1892 nasce, infatti, la manifattura Seikosha dove verrà realizzato il primo orologio da parete e, tre anni più tardi, il primo da polso.

Loading...

Lo speciale movimento Spring Drive 9R02 a carica manuale in dotazione ai modelli in platino della linea celebrativa.

Con il nuovo secolo, nel 1932 l'headquarter della società diventa il palazzo che oggi è conosciuto in tutto il mondo come Wako, costruito dove si trovava il vecchio edificio distrutto dal violento terremoto del 1923: in cima fu costruita anche la torre dell'orologio, così come era sempre stata e chiamata Hattori, in onore del padre di Seiko. Torre dell'orologio griffata Seiko che insieme al palazzo stesso, scampò miracolosamente ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e che oggi, oltre a essere l'edificio più caro del mondo e il punto di riferimento principale di tutto il quartiere, ospita uno shopping mall di lusso multi livello di proprietà del Gruppo giapponese che, ovviamente, ha tra i suoi prodotti più importanti in vendita i suoi orologi.

Orologio con cassa in oro rosa e quadrante in lacca Urushi (31.400 euro) della collezione Elegance.

Nello stesso quartiere si trovano anche tre boutique di proprietà, quella dedicata ai modelli Seiko Prospex, il Seiko Dream Square (uno spazio di vendita interattivo che mostra i vari mondi di Seiko e che accoglie i visitatori con una riproduzione del meccanismo dell'orologio della torre di Wako) e, infine, quella che propone i modelli Grand Seiko. Nato nel 1960 per rappresentare il segmento alto nella produzione orologiera dell'azienda, per anni Grand Seiko è rimasto sotto il cappello della casa madre e i suoi prodotti distribuiti praticamente solo nel mercato domestico.

Un vassoio di calibri 9S63 a carica manuale realizzati allo Shizukuishi Watch Studio per la collezione Elegance.

Questo è successo fino al 2010, anno in cui Seiko Group ha deciso di lanciarlo come brand autonomo nel mondo. Con grandi riscontri, inclusa la vittoria di un prestigioso premio per il suo modello Hi-Beat 36000 GMT al Gran Prix de la Haute Horlogerie di Ginevra del 2014, chiaro segnale che era solo questione di aprirsi al mondo e mostrare quello che, fin dagli anni 60, il brand era in grado di realizzare. E che oggi produce nella manifattura di Morioka Seiko Instruments, nel paesino di Shizukuishi che è anche una località sciistica della provincia di Morioka, città capoluogo della prefettura di Iwate nel nord del Giappone.

Un controllo della marcia delle lancette su un Grand Seiko con il famoso quadrante Snowflake.

Si tratta di un edificio che occupa uno spazio di circa 30 mila metri quadrati dove lavorano circa 600 persone e al cui interno si trova lo Shizukuishi Watch Studio, dove vengono realizzati i modelli di alta orologeria meccanici di Grand Seiko e dove pertanto viene creato il famoso movimento automatico Mechanical 9S. Morioka è un sito produttivo dove tutto è integrato verticalmente, dalla produzione delle casse e dei componenti dei movimenti all'assemblaggio dei calibri stessi da parte di selezionatissimi orologiai, dai test di precisione dei movimenti che seguono un programma esclusivo dell'azienda che dura circa 400 ore (pari a quasi 17 giorni), all'inserimento a mano dei meccanismi nelle casse, fino all'ispezione finale prima di essere pronti per la distribuzione.

Uno degli orologi sportivi dedicati al ventennale di Spring Drive. Cassa e bracciale in titanio. 500 esemplari. 11.200 euro.

Grand Seiko è famoso soprattutto per il movimento Spring Drive 9R, una delle più grandi innovazioni orologiere degli ultimi tempi che proprio quest'anno festeggia 20 anni ed è una tecnologia inventata dal brand giapponese che ha così introdotto sul mercato un calibro, di fatto meccanico, ma che monta anche una parte elettronica in grado di assicurargli una precisione assoluta e senza aver bisogno di batterie. Lo Spring Drive, così come l'evolutissimo Calibro 9F (altro movimento esclusivo, questa volta al quarzo e creato nel 1993 come fosse uno di alta orologeria), sono invece realizzati allo Shinshu Watch Studios all'interno dello stabilimento Seiko Epson Shiojiri, nelle vicinanze della città di Nagano. Anche qui vige la rigorosa regola di assemblare a mano ogni orologio Grand Seiko e sempre qui si trova un ristrettissimo team di orologiai che fa parte del Micro Artist Studio che si è formato nel 2000 e che ha lavorato alla realizzazione dello speciale movimento Spring Drive 9R02 a carica manuale.

Questo calibro ha una riserva di carica importante di circa 84 ore perché tecnicamente presenta due molle inserite in parallelo con un singolo bariletto e utilizza il Torque Return System che, quando la molla è avvolta completamente, ne usa tutta la carica. Vista l'esclusività, il calibro 9R02 è stato dato in dotazione proprio a due modelli celebrativi realizzati per i 20 anni di Spring Drive in platino, mentre sempre nella stessa famiglia, la versione in acciaio è stata dotata di un calibro speciale manuale realizzato sempre allo Shinshu Watch Studio da altri orologiai. Oltre la meccanica Grand Seiko ha anche un design ben riconoscibile e radicato nella tradizione giapponese.

A partire dal famoso quadrante con motivo Snowflake (fiocco di neve, ndr.) ispirato alla neve delle montagne vicino a Shinshu o alla lucidatura fatta a mano delle anse delle casse realizzate utilizzando la tecnica decorativa Zaratsu (la stessa impiegata sulle spade katana). Il viaggio nel mondo di Gran Seiko avrà ancora molte altre storie da raccontare. Intanto ha già scritto pagine importanti del libro dell'alta orologeria.

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti