Mercedes - Il restayling

La berlina coupé Cls evolve e arriva l’ibrido leggero

di Massimo Mambretti

(Daimler AG)

2' di lettura

La Mercedes Cls si aggiorna: con un restyling che verte più sulla sostanza che sulla forma . Infatti, la berlina-coupè tedesca di si presenta con vesti leggermente aggiornate e con un minore numero di motori, ma quasi tutti mild-hybrid. L’aggiornamento di metà carriera della Cls origina una famiglia meno numerosa rispetto al passato, ma che si avvantaggia di avanzate tecnologie adottate recentemente adottate da altre Mercedes.

Fra queste ultime spicca la mild-hybrid a 48 Volt, che si basa su un motogeneratore che porta in dote potenze supplementari di 20 e 22 cavalli assieme a coppie di 550 e 700 Nm, secondo la motorizzazione. Le unità turbodiesel sono la quattro cilindri di 2 litri mild hybrid della 300d da 265 cavalli e la sei cilindri di 3 litri con 330 cavalli della 400d, che è l’unica non elettrificata.

Loading...

Due sono anche i motori a benzina, entrambi a sei cilindri sovralimentati di 3 litri e mild-hybrid. Uno è destinato alla 450 e sviluppa 367 cavalli, mentre l’altro spinge la versione Amg 53 mettendo in campo 453 cavalli grazie alla cura ricostituente definita dal brand del gruppo Daimler specializzato in vetture ad alte prestazioni.

Quest’ultimo ha definito anche la nuova modalità di guida Race con Drift Mode. Il rinnovamento estetico poggia sui dettami dello stile Amg, che imprimono all’aspetto e all’abitacolo della Cls una personalità più sportiva. Esternamente il kit preso in prestito dal brand Amg conferisce maggiore aggressività al frontale e slancia ancora più la silhouette.

Le modifiche si concentrano anteriormente dove spiccano la rinnovata mascherina e inedite prese d’aria ed è completato da scudi paraurti ridisegnati, inediti profili aerodinamici e nuovi abbinamenti cromatici. Nell’abitacolo la novità di spicco è costituita dal volante capacitivo che riconosce quando è trattenuto dal guidatore senza che quest’ultimo debba segnalarlo accennando a una leggera sterzata.

Il volante percettivo può ospitare sulle razze i comandi dell’opzionale pacchetto di assistenza alla guida Adas, attivabili a sfioramento. Lo stile dell’arredamento della rinnovata Cls non differisce da quello della serie precedente. Tuttavia, entrano in scena rivestimenti, materiali e colori che attualizzano l’atmosfera interna, nella quale si coniugano dettagli raffinati e hi-tech come l’immancabile doppio display da 12,3” del sistema multimediale Mbux con assistente virtuale he tra le molte funzionalità offre anche l’Energizing per personalizzare tutto ciò che riguarda il confort.

La nuova famiglia della Cls è offerta solo il cambio automatico a nove marce e on la trazione integrale 4Matic egli allestimenti Premium e Premium Plus, tanto nel caso delle versioni turbodiesel 300d e 400d quanto in quella della variante a benzina 450. I prezzi partono da circa 90mila e arrivano a 100mila euro. Invece, la Mercedes-Amg Cls 53 4Matic+ è proposto con un allestimento specifico e costa quasi 120mila euro.

Ma il conto, ovviamente, come da tradizione della casa tedesca, può salire molto accedendo alla sterminata lista di optional spesso indispensabili su un modello di questa caratura.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti