ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùScarpe di tendenza

La stilista giapponese Chie Mihara punta a una moda confortevole e femminile

Un giro d’affari da 14 milioni euro per sandali eleganti, scarpe comode e stivaletti “trendy”. Nelle collezioni molti modelli vengono riproposti negli anni in colori e pellami nuovi

di Paola Dezza

3' di lettura

L’amore per il disegno viene da lontano, da quando ancora bambina riempiva i propri notebook di immagini e idee. Chie Mihara, nota designer di calzature a livello internazionale ha realizzato un sogno identificato a 12 anni, «è allora che decisi di voler diventare una designer» racconta in esclusiva al Sole24 Ore. Per cui la scelta dell’iter di studi è stata praticamente obbligata per arrivare a lanciare un brand di scarpe femminili, ma confortevoli, che vanno dai classici sandali, da giorno e da sera, alle décolleté e agli stivaletti.

Un gruppo che oggi fattura 14 milioni di euro e vende in 800 punti di distribuzione in tutto il mondo.

Loading...

Dal Brasile a New York e poi in Spagna

Chie Mihara nasce in Brasile da madre e padre giapponesi nel 1968. Appena diciottenne parte per recarsi prima in Giappone e poi a New York, dove studia Accessories Design al Fashion Institute of Technology per soddisfare il suo desiderio di lavorare nella moda.

«La vita mi ha poi portata a trasferirmi in Spagna e a lavorare per un brand del lusso francese - spiega -. Poco dopo il mio arrivo incontrai mio marito, che possedeva un’azienda di calzature, e dopo quattro anni (sposata e con tre bambini) decisi di fondare il mio brand».

Grazie al marito che si è occupato della parte organizzativa, Chie si è potuta concentrare sul prodotto dedicandosi a un prodotto femminile che non escludesse il comfort. L’attenzione a quest’ultimo aspetto arriva direttamente dall’aver lavorato in un negozio di scarpe ortopediche proprio a New York.

Come nasce la collezione

I suoi modelli sono pratici ma femminili, molti ricordano forme del passato rivisitate in chiave moderna.

Le idee dei nuovi modelli arrivano infatti dal passato, come racconta lei stessa, guardando e studiando calzature storiche, ma anche analizzando la storia della moda, le decadi e i rispettivi stili e infine le tecniche di sviluppo.

«Fortunatamente ho finito la mia attuale collezione Primavera-Estate 2021 appena prima del lockdown di marzo 2020 - dice -. Per questo motivo la collezione era fresca, divertente e molto giocosa. Ma ho anche anticipato un periodo di resilienza e forza, rappresentato da design e colori semplici, come i toni della terra, i verdi militari e i marroni. Quando creo, non mi pongo l’obiettivo di progettare modelli senza tempo, ma in effetti credo che uno dei punti chiave del mio processo creativo sia il fatto di non seguire i trend».

In generale i modelli sono senza tempo. «Spesso ripropongo i miei modelli in colori e materiali nuovi - racconta ancora -. Lo facciamo ogni stagione perché è sempre un gran successo. I nostri clienti amano vedere i modelli di tre o cinque anni fa reinterpretati nella nuova collezione».

Eleganza e stile, come si raggiungono?

Che cosa sono l’eleganza e lo stile? Secondo Chie Mihara l’eleganza perfetta è quando riesci ad essere te stessa e a vestirti secondo il tuo gusto personale, senza permettere alle tendenze di importi ciò che dovresti indossare. Questo mostra indipendenza di pensiero e diventa eleganza.

«Ci sono molte attrici e modelle che scelgono d’indossare le nostre scarpe e amiamo scoprirlo attraverso i social media o la TV. Per esempio, Helena Bonham Carter in TheCrown ha indossato molti nostri modelli di collezioni passate» dice.

«Sto ancora lavorando sulla prossima collezione primavera-estate, ma posso dire che sarà più concreta, realistica, pratica e facile da capire. Perché penso che saremo molto concentrate a ricostruirci la vita e, nonostante il mio brand sia fondato sui concetti di gioia e felicità (e sarà ancora questo il messaggio), ho deciso di eliminare i dettagli superflui e mantenere il design forte e potente» conclude.

Riproduzione riservata ©

  • Paola DezzaCaposervizio Responsabile Real Estate

    Lingue parlate: inglese, francese

    Argomenti: mercato immobiliare, architettura, finanza immobiliare, lifestyle, turismo, hotel e ospitalità

    Premi: “Key player of the italian real estate market” di Scenari Immobiliari

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti