ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa settimana dei mercati

La volata del venerdì salva la settimana di Piazza Affari (+1,5%), ma per Saipem è tracollo (-45%)

Collocati 4 miliardi di BTp con rendimenti in rialzo. Seduta positiva per il comparto farmaceutico, euro in lieve rafforzamento e petrolio torna a a salire. Spread a 210 punti base

di Flavia Carletti

La Borsa, gli indici del 24 giugno 2022

4' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Le Borse europee hanno agguantato una chiusura settimanale positiva grazie alla performance di venerdì 24 giugno che ha salvato il bilancio dell'ottava. A Piazza Affari, Ftse Mib ha registrato un +1,5% rispetto alla chiusura di venerdì scorso, quando lo Stoxx 600 Europe ha messo a segno un +2,4 per cento. In linea con Milano si è mossa Madrid (+1,2% l'Ibex35), mentre hanno fatto meglio Londra (+2,7% il Ftse100), Parigi (+3,2% il Cac40) e Amsterdam (+3,9% l'Aex). Fa eccezione la Borsa di Francoforte, che ha chiuso la settimana praticamente invariata (-0,1% il Dax40). A livello settoriale, hanno pagato dazio le materie prime (-4,9%) con i timori per la recessione, mentre si sono mossi in buon rialzo i settori tech (+5,4%) e beni personali (+5,3%). Per quanto riguarda i titoli, è stata una settimana nera per Saipem che ha lasciato sul terreno il 44,9%: mercoledì ha annunciato i termini dell'aumento di capitale da 2 miliardi di euro che partirà lunedì. Andamento negativo anche per Tenaris -4% ed Eni -2,9%, che di Saipem è primo azionista e si è impegnata a coprire la parte di aumento di capitale di sua competenza. Bilancio positivo, invece, per i farmaceutici Diasorin (+7,6%) e Recordati (+7,3%) e per Ferrari (+7,4%).

Venerdì di riscatto per l'Europa, Milano +2,33%

Seduta di riscatto per le Borse europee al termine di una settimana caratterizzata da forte nervosismo e incertezza, in cui i listini europei si sono portati ai minimi dell'anno. A Piazza Affari il Ftse Mib è salito del 2,33%, a Francoforte il Dax40 dell'1,6% e a Parigi il Cac40 del 3,23 per cento. A livello continentale, è stato positivo l'andamento della maggior parte dei settori con tech, media e pharma a guidare la volata. L'andamento positivo di Wall Street ha dato ulteriore spinta nel pomeriggio, permettendo agli indici europei di allungare rispetto alla mattinata. La borsa americana ha poi chiuso l’ultima seduta della settimana con il Dow Jones in rialzo del 2,69%, il Nasdaq del 3,34% e lo S&P 500 del 3,09%.

Loading...

Dopo gli interventi del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, al Senato e alla Camera degli Stati Uniti nei quali ha ribadito che l'impegno della Banca centrale contro l'inflazione è «incondizionato» e che gli Stati Uniti hanno un'economia «molto forte», che si è «ripresa pienamente», la presidente della Banca centrale europea, Christine Lagarde, ha detto che l’aumento dell’inflazione è una preoccupazione seria, la situazione è seria ma non disperata, confermando che «la Bce manterrà l'ordinata trasmissione della nostra politica monetaria in tutta l'area dell'euro». Intanto, la Banca centrale di Pechino (Pboc) ha incrementato l'iniezione di liquidità nel sistema bancario (quasi 9 miliardi di dollari nell'operazione odierna). In Italia, intanto, il Tesoro ha collocato 4 miliardi di BTp Short Term al 2024 con rendimenti in netto rialzo all'1,63%, 86 centesimi in più rispetto alla precedente asta di titoli a 2 anni. La domanda complessiva è stata di 6,33 miliardi, con un rapporto tra domanda e offerta pari a 1,58.

In rialzo Wall Street, chiude una settimana positiva

Wall Street, come detto, ha chiuso positivamente la settimana, un evento piuttosto raro in questi primi sei, difficili mesi dell'anno. Giovedì 24 giugno, la seduta si era chiusa in rialzo, dopo che i mercati erano stati rassicurati dalle parole del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, che ha ribadito che l'impegno della Banca centrale contro l'inflazione è «incondizionato» e che gli Stati Uniti hanno un'economia «molto forte», che si è «ripresa pienamente». Durante la sua testimonianza davanti alla commissione per i Servizi finanziari della Camera, Powell ha detto che l'inflazione, negli Stati Uniti, «è la conseguenza di una domanda molto forte» e che la Fed «sta usando gli strumenti a disposizione» per frenarla. Powell ha poi detto che «è possibile avere un forte mercato del lavoro mentre si riduce l'inflazione». Mercoledì 23, davanti alla commissione Bancaria del Senato, aveva dichiarato che «sarà molto difficile» riuscire a riportare sotto controllo l'inflazione senza causare un calo dell'attività economica; ieri, ha comunque dichiarato che una recessione «non è inevitabile». La Banca centrale continuerà ad alzare i tassi d'interesse, ha ribadito, finché l'inflazione non tornerà verso l'obiettivo del 2 per cento. Dopo l'aumento di 75 punti base deciso la scorsa settimana, il maggiore dal 1994, è probabile un aumento di 50 o 75 punti dei tassi d'interesse anche alla fine di luglio. Oggi, l'agenda macroeconomica prevede il dato sulle vendite di case esistenti (+10,7% a maggio, sopra le attese) e la lettura finale della fiducia dei consumatori dell'Università del Michigan per il mese di giugno (scesa a 50 punti, dopo i 50,2 della lettura preliminare, inferiore ai 58,4 della lettura finale di maggio, contro attese per una conferma dei 50,2 punti). Quest'ultimo dato potrebbe essere particolarmente importante per gli investitori, dato che Powell ha detto che il calo sorprendente registrato con la lettura preliminare di giugno è stato una delle ragioni che hanno spinto la Fed ad alzare i tassi di 75 punti dopo la riunione della scorsa settimana.

Andamento Piazza Affari FTSE Mib
Loading...

Ancora una seduta di passione per Saipem

A Piazza Affari, si è mossa in controtendenza Saipem (-21,81%), alla terza seduta consecutiva di passione dopo l'annuncio dei termini dell'aumento di capitale da 2 miliardi di euro che partirà lunedì. Giornata di acquisti, invece, per Recordati (+7,64%), che ha chiuso in testa al Ftse Mib, seguita da Interpump (+6,64%) e Italgas (+5,3%).

Euro consolida a 1,05 dollari, petrolio torna a salire

Sul mercato valutario l'euro si rafforza leggermente e vale 1,0552 dollari (1,0534 in avvio e 1,0517 ieri in chiusura) e 142,539 yen (141,92 e 141,55), quando il dollaro tratta a 135,091 yen (134,7 e 134,594). Torna a salire il prezzo del greggio che era stato penalizzato dai timori per un calo della domanda in caso di recessione: il contratto consegna Agosto sul Brent sale del 3,17% a 113,54 dollari al barile e quello di pari scadenza sul Wti del 3,68% a 108,11 dollari al barile. Infine, ad Amsterdam il future luglio del gas naturale è tornato a scendere (-3,26% a 129 euro al megawattora) dopo il rialzo registrato in seguito all'allarme tedesco sulle forniture dalla Russia.

Andamento dello spread Btp / Bund
Loading...

Spread in rialzo a 210 punti, rendimento BTp al 3,56%

Chiusura in rialzo per lo spread BTp-Bund. A fine seduta il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il pari scadenza tedesco si è portato a 210 punti base, in aumento dai 205 punti base della chiusura della vigilia. Si segnala in sensibile rialzo anche il rendimento del BTp decennale benchmark che ha registrato un'ultima posizione al 3,56% dal 3,49% dell'ultimo riferimento registrato.



Mercati, per saperne di più

I podcast con i dati e le analisi

Cosa sta accadendo alle Borse, qual è stato il fatto chiave del giorno? Appuntamento quotidiano con la redazione Finanza e Risparmio che cura il podcast quotidiano “Market mover”. Ascolta il podcast
Ogni giorno alle 18 puoi avere il punto sulla chiusura delle Borse europee con il podcast automatico creato con AI Anchor

La Borsa oggi in video

La redazione di Radiocor cura ogni giorno - dal lunedì al venerdì - un video con i dati fondamentali della giornata della Borsa di Milano, l’andamento dell’indice, un’analisi dei titoli in maggiore evidenza. Guarda i video

Le notizie per approfondire

Gli approfondimenti delle notizie di Finanza e Risparmio sono l’elemento distintivo di Mercati+, la sezione premium del Sole 24 Ore. Qui per scoprire come funziona e i servizi che offre.
Per gli aggiornamenti dei dati delle Borse ecco la sezione Mercati mentre per le notizie in tempo reale il rullo della sezione di Radiocor .
Infine, ecco la newsletter settimanale Market Mover

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti