Benessere & Innovazione

Medicina estetica made in Italy al Congresso di Montecarlo

Le novità presentate: dall’acido ialuronico ultrapuro per tonificare braccia e addome alla medicina rigenerativa per viso, collo e décolleté fino ai filler green

di Monica Melotti

3' di lettura

Come ogni anno il Congresso di Medicina Estetica e Anti-età di Montecarlo si conferma un momento importante per fare il punto delle novità sull'universo beauty. Il 19° Congresso AMWC (Aesthetic & Anti-Aging Medicine World Congress), dal 16 al 18 settembre scorso, ha visto la partecipazione di oltre 12.000 esperti del settore, provenienti da 120 paesi di tutto il mondo.

Tra le novità presentate è emerso il trend dell'importanza del proprio corpo e non solo del viso. In questi anni l'attenzione della consumatrice, per trattamenti di medicina estetica, si è focalizzata soprattutto sul viso, mettendo la cura del corpo in secondo piano, complice anche il lockdown.

Loading...

Da una ricerca dell'agenzia di marketing Kantar Health, condotta per conto di IBSA Derma, su un panel di medici e le loro pazienti, è emerso che il viso assorba la maggior parte del tempo e degli investimenti per la cura, mentre il corpo viene spesso trascurato e il tempo dedicato ai trattamenti body di medicina estetica raggiunge un misero 20% rispetto all'80% del viso.

Questa trascuratezza influenza le donne anche nel modo di vestire, si preferiscono abiti larghi, comodi, lunghi e non smanicati e si abbandona il bikini a favore del costume intero. Con il passare del tempo aumenta il senso di frustrazione perché la situazione peggiora soprattutto per le zone critiche come interno braccia e addome.

Braccia e addome tonici con l'acido ialuronico ultrapuro

Le soluzioni per queste due zone del corpo non sono molte, alcune non sono percorribili e altre non danno risultati apprezzabili. Per le braccia e l'addome è stata presentata una novità assoluta: Profhilo Body di IBSA Derma che permette con due trattamenti iniettabili nell'arco di un mese di ridare la tonicità perduta. Questo è possibile grazie alla tecnologia NAHYCO che utilizza complessi ibridi di acido ialuronico ultrapuro ad alto e basso peso molecolare. Il programma prevede due sessioni di trattamento presso lo studio medico a distanza di un mese e l'applicazione post-sessione di cerotti per idratare la pelle nella zona trattata e una crema corpo specifica. Questo nuovo kit, made in Italy, rappresenta l'unico trattamento iniettabile sul mercato per la lassità cutanea di braccia e addome.

«I nostri laboratori hanno un'elevata expertise sull'acido ialuronico e con la collaborazione di diverse Università abbiamo sviluppato soluzioni ad alto know how formulativo e tecnologico – spiega Luca Crippa, ceo e managing director IBSA Farmaceutici Italia – L'acido ialuronico “ultrapuro” deriva da un processo di biofermentazione brevettato da microrganismi, privo di componenti di origine animale e si posiziona a livello mondiale nella fascia di qualità più elevata in termini di purezza».

La medicina rigenerativa per viso, collo e décolleté

La medicina rigenerativa ha l'obiettivo di provocare e accelerare quei processi di rigenerazione cellulare stimolando i meccanismi di riparazione dell'organismo, agendo sulle stesse cellule del paziente. Per i trattamenti beauty parliamo di medicina estetica rigenerativa che può avvenire attraverso la stimolazione delle cellule staminali differenziate ricavate dal proprio sangue con diverse tecniche tra cui: la PRP (Plasma ricco di piastrine), la CGF (Concentrate Grow Factor), un concentrato più elevato del PRP e filler dermici particolarmente potenti.

L'azienda italiana Bioformula ha presentato al Congresso il filler Plenhyage XL Medium e Strong, ricco di polinucleotidi, potenti polimeri curativi e fattori di crescita atti a riparare i tessuti, ripristinare il danno cellulare e nutrire in profondità i fibroblasti. La materia prima di Plenhyage XL deriva dal DNA prelevato dal salmone, dopo una procedura di purificazione ad alta temperatura che mantiene un principio attivo puro superiore al 95% con proteine e peptidi inattivati. Questo filler, con una sola applicazione, favorisce il turnover cellulare, migliora l'elasticità e l'idratazione della pelle del viso, del collo, perfetto per rendere meno evidenti le collane di Venere, e il décolleté. È anche indicato per le cicatrici post-acne e come biorivitalizzante del cuoio capelluto.

Il filler diventa green

Anche la medicina estetica diventa green. Al Congresso è stato presentato il Soft Filler Karisma, un'evoluzione della classica biostimolazione. L'azienda italiana Taumedika per mettere a punto questo filler ha importato una nuova tecnologia dal Giappone, ingegnerizzata in Italia con altri principi attivi. Il collagene ricombinante Neosilk è l’ingrediente che fa la differenza, perché, lavorando in sinergia con l'acido ialuronico, oltre ad apportare collagene alla pelle, ne stimola la produzione per un risultato molto soddisfacente. Inoltre, Neosilk è completamente naturale, privo di componenti di origine animale, perfetto in termini etici e di sostenibilità. Il Soft Filler Karisma, assicura una semplicità nell'esecuzione del trattamento grazie alla siringa preriempita, è indicato per la correzione a medio termine dei difetti della pelle del viso, come la perdita di volume, e per ridefinire il contorno delle labbra. È anche adatto per correggere le cicatrici acneiche.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti