Rigerenazione urbana

Milano, firmato l’atto integrativo d’accordo per la riqualificazione di Santa Giulia

L’accordo sottoscritto tra Milano Santa Giulia Spa, Esselunga, Regione e Comune è essenziale per la variante e per gli interventi finalizzati ad ospitare gli eventi delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026

di Redazione Real Estate

3' di lettura

Milano Santa Giulia Spa – controllata da Risanamento Spa – Esselunga, Regione Lombardia e Comune di Milano hanno firmato l’atto integrativo dell’accordo di programma per la riqualificazione urbana delle aree del quartiere milanese Santa Giulia, passo essenziale per il completamento dell’iter urbanistico della Variante. Obiettivo dell’atto integrativo dell’accordo è definire, sotto i profili urbanistico e ambientale, tutti i contenuti del progetto di riqualificazione urbana delle aree di Milano Santa Giulia (cui verrà data esecuzione una volta ottenuta l’approvazione della Variante) attraverso la programmazione e l’attuazione coordinata di un insieme di interventi di interesse pubblico oltre che di nuove funzioni urbane strategiche, come il Pala Italia Santa Giulia, impianto destinato a ospitare le competizioni maschili di hockey su ghiaccio e la cerimonia di apertura delle competizioni paralimpiche durante i Giochi Olimpici Invernali di Milano-Cortina 2026.

La Variante – che fa riferimento ad un’area di circa 1,2 milioni di mq di superficie territoriale con una capacità edificatoria complessiva di 658.380 mq, di cui 250mila circa già realizzati o in corso di realizzazione – comprende insediamenti integrati tra retail urbano, residenziale, terziario e direzionale, oltre all’Arena, le reti tecnologiche di urbanizzazione, le opere stradali necessarie per il corretto assetto viabilistico all’interno dell’ambito urbano e un parco pubblico per una superficie complessiva di circa 360mila mq.

Loading...

«La firma di oggi – ha commentato Davide Albertini Petroni, amministratore delegato di Milano Santa Giulia Spa – è un passaggio importante per l’approvazione definitiva della Variante che ci auspichiamo di ottenere entro la prima settimana di giugno e che permetterà il completamento di un progetto di significativa rilevanza per il quadrante Sud-Est di Milano. Appena approvata la Variante si darà inizio alla realizzazione della bonifica residua dell’area e di tutte le opere infrastrutturali pubbliche atte a supportare l’avvio dei lavori di costruzione del progetto di Milano Santa Giulia. Tra le opere più importanti– ha concluso Albertini Petroni – l’Arena è destinata a diventare un punto di riferimento distintivo e attrattivo dell’entertainment per un pubblico italiano e internazionale».

«“È stato assicurato – ha detto il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana – il rispetto rigoroso dei tempi previsti, con un intervento unico e semplificato che evidenzia, in modo molto concreto, l’efficacia di quell’azione di semplificazione sulle procedure amministrative che Regione Lombardia, fin dall’inizio della legislatura, ha messo in cima alle sue priorità. Molto importante è anche la riqualificazione urbana con l’attuazione di interventi finalizzati all'insediamento di residenza e di funzioni compatibili, di attività terziarie, ricettive, commerciali e di rilevanti interventi infrastrutturali pubblici».

«Il completamento di Santa Giulia, che sarà possibile grazie alla sottoscrizione di oggi e all'approvazione della Variante da parte del Consiglio Comunale nei prossimi giorni – ha concluso il sindaco di Milano, Giuseppe Sala – è un impegno che l’amministrazione ha preso con la città per sanare finalmente una ferita e realizzare nuovi servizi, infrastrutture di mobilità e un grande parco pubblico. Siamo nel quadrante sud est di Milano, quello che più cambierà nei prossimi anni, non solo perché ospiterà due strutture strategiche delle Olimpiadi, il Pala Italia a Santa Giulia e il villaggio Olimpico a Porta Romana, ma perché qui si stanno concentrando importanti investimenti pubblici e privati a beneficio di tutta la città».

Con l’attuazione della variante e i lavori di bonifica, Lendlease, che ha già in corso la realizzazione dello Spark Business District dell’area sud di Santa Giulia, potrà avviare lo sviluppo dell’area nord, oggetto dell’accordo di sviluppo con Risanamento, che ospiterà residenze, uffici, hotel e spazi commerciali e pubblici, aree verdi con elevati standard di sostenibilità e l’arena polifunzionale. «Siamo lieti – ha detto Fabrizio Zichichi project director di Lendlease per il progetto Milano Santa Giulia – che l’iter burocratico proceda speditamente e apprezziamo lo sforzo istituzionale che permetterà di restituire ai milanesi un quartiere residenziale nuovo, sostenibile nel tempo, capace di attuare sviluppo sociale».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati