campagna di phishing

Perché la catena del freddo dei vaccini anti-Covid è finita nel mirino degli hacker

Obiettivo colpire la “catena del freddo” necessaria per far arrivare le dosi di vaccino. L’allarme è dell’IBM Security X-Force

di L.Tre.

(ipopba - stock.adobe.com)

2' di lettura

Alcuni gruppi di cybercriminali avrebbero messo nel mirino le aziende coinvolte nella distribuzione dei vaccini per il Covid-19. Obiettivo colpire la “catena del freddo” necessaria per far arrivare le dosi. A lanciare l'allarme è Ibm che avrebbe in possesso informazioni dettagliate su tutti gli aspetti logistici e su quella che si presenta come una massiccia campagna di phishing contro chi sta lavorando al vaccino. Come spiegano i ricercatori , si tratterebbe di una tecnica usate nelle truffe online e che usa la posta elettronica.

Come funziona l’attacco

Le mail sono inviate a nome di dirigenti di fornitori di catene del freddo specializzati nel trasporto di vaccini e nella conservazione di campioni biologici. Si cliccano e all’interno hanno sofware malevoli. Secondo IBM Security X-Force che si occupa di monitorare e rispondere alle minacce informatiche messaggi di posta elettronica di questo tipo hanno raggiunto circa dieci società e organizzazioni diverse. Nel mirino ad esempio la Direzione Generale della Commissione Europea per la Fiscalità e l'Unione Doganale ma anche aziende specializzate nei pannelli solari che saranno usati per alimentare i frigoriferi nei Paesi caldi, produttori di ghiaccio.

Loading...

Perché colpire “la catena del freddo”

Sappiamo che i vaccini hanno bisogno di temperature molto basse per mantenere intatta l’efficacia. Quindi occorre garantire una catena del freddo sicura per la distribuzione delle dosi e una organizzazione logistica per garantire la possibilità di accesso negli ospedali e nelle strutture dedicate. Entrare nei server attraverso i quali passano le informazioni sulle distribuzioni di vaccino vuol dire ottenere informazioni riservate sulle politiche sanitarie e sulle strutture dedicate. La sanità da alcuni anni è diventata sempre più un bersaglio sensibile degli hacker. Entrare nell’healtcare vuole dire avere una capacità di ricatto senza precedenti.

Per approfondire

Ecco come funzionerà il “bollino” per la sicurezza informatica

Leggi l’articolo

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti