CREATO PER PAYPAL

Non solo shopping: ora anche bollette, tasse e multe si pagano online

Il canale digitale si conferma sempre più diffuso tra i consumatori italiani nel post pandemia, anche per i pagamenti relativi ai rapporti con la pubblica amministrazione

3' di lettura

Comprare online è ormai diventata un'attività di routine, ed è interessante notare come, per gli italiani, i pagamenti digitali rappresentino sempre più spesso l'opzione preferita rispetto all'uso del cash o della carta di credito per il saldo di conti, bollette, multe e altre operazioni quotidiane. Le file in posta o in banca per pagare contravvenzioni, spese condominiali e bollettini di varia natura sembrano ormai un ricordo lontano: anche in un Paese come l'Italia, storicamente molto legato all'uso del contante, la pandemia si è rivelata un potente fattore di accelerazione nell'ottica di una maggiore adozione dei pagamenti elettronici. Le abitudini e gli approcci sono radicalmente cambiati nei mesi dell'emergenza sanitaria: secondo uno studio Ipsos commissionato da PayPal nel maggio del 2020, il 63% degli italiani si è detto disposto a provare nuovi metodi di pagamento; il 60% ha fatto sapere di utilizzare volentieri i pagamenti contactless e il 40% ha espresso preoccupazione per la necessità di dover usare i contanti in determinati contesti.

Con oltre 8,7 milioni di account attivi in Italia – su un totale di 27 milioni di acquirenti online – e una forte presenza tra i merchant locali, soprattutto in alcuni settori come il food & grocery (cibo e altri prodotti freschi) e quello dei pagamenti sulle piattaforme digitali di e-government e delle telecomunicazioni, PayPal è un partner in grado di offrire ad acquirenti e venditori gli strumenti per soddisfare tutte le esigenze legate al processo di acquisto online. Non soltanto per quanto riguarda lo shopping: nei primi tre mesi del 2021, sempre più italiani hanno infatti scelto il canale digitale, oltre che per fare compere, per pagare le utenze, acquistare prodotti assicurativi e per le transazioni relative all'e-government, cioè tutto ciò che ha a che fare con i rapporti con le istituzioni.

Va in questa direzione la collaborazione siglata a inizio maggio tra PayPal e PayTipper - l’istituto di pagamento di Enel X - che consente ai cittadini di scegliere la piattaforma come metodo alternativo per saldare tasse, utenze, quote associative, francobolli e qualsiasi altro tipo di pagamento dovuto alle pubbliche amministrazioni centrali e locali, ma anche ad altri soggetti, come aziende a partecipazione pubblica, scuole, università e Asl. Già dal 2017 PayPal, a seguito di un accordo con Intesa Sanpaolo, era entrato a far parte dei metodi di pagamento disponibili sul sistema PagoPA, l'iniziativa sviluppata dall'Agenzia per l'Italia Digitale per consentire a cittadini e imprese di effettuare online i pagamenti dovuti alla pubblica amministrazione.

I vantaggi per i consumatori si accompagnano a benefici per le organizzazioni, le quali grazie a piattaforme di pagamento evolute possono semplificare i processi amministrativi, rendere sicure le transazioni e in definitiva concentrarsi nel core business. Il soddisfacimento dei clienti, con l'attenzione all'intero percorso del customer journey, ha il punto culminante nel checkout, quando l'attenzione all'esperienza dell'utente è più critica. La tranquillità di affidarsi a piattaforme conosciute, con percorsi di pagamento noti, permette di rendere più sereno il viaggio dei clienti nel loro rapporto con il brand, i suoi prodotti e i suoi servizi.

Con il supporto di PayTipper, PayPal è in grado di rendere l'esperienza di pagamento attraverso PagoPA ancora più semplice per il cittadino, che potrà salvarla come modalità preferita per velocizzare l'intero processo, tenendone traccia. In particolare, viene ampliata la gamma di modalità di pagamento disponibili attraverso PagoPA: ora, accedendo direttamente al portale dell'ente creditore e selezionando il pagamento online (modello 1), l'utente verrà reindirizzato sul WISP, Wizard Interattivo di Scelta PSP, dove potrà decidere di pagare con PayPal e PayTipper.

In questo modo, le code agli sportelli e i tempi di attesa diventeranno realmente un ricordo del passato, con un miglioramento ulteriore della qualità della vita del cittadino e di quella del suo rapporto con la pubblica amministrazione. Per PayPal, la presenza nel settore delle transazioni legate all'e-government rappresenta una scelta strategica che va nella direzione di continuare a colmare il gap digitale ancora esistente in Italia, lavorando per contribuire a semplificare, grazie alle nuove tecnologie, azioni quotidiane come il pagamento delle multe o delle rette scolastiche.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti