Interventi

Perché i concessionari alla riscossione possono aiutare la Pa

di Luigi Frascino

2' di lettura

“Il denaro dei contribuenti deve essere sacro”: la celebre frase affermata da Luigi Einaudi durante un'intervista passata alla storia, rappresenta il principio in cui trova origine l'attività dei Concessionari alla riscossione. Parliamo di quelle società a cui gli enti locali come Province, Comuni e Regioni affidano la gestione e la riscossione dei tributi, delle multe e delle ulteriori entrate patrimoniali. In Italia sono circa 70 i Concessionari alla riscossione e svolgono un ruolo chiave per la società, perché l'attività da questi eseguita garantisce all'amministrazione pubblica le risorse finanziarie necessarie per l'espletamento dei servizi attesi dai cittadini.
Sono due gli elementi che differenziano i migliori Concessionari: la solidità finanziaria ed economica e la propensione all'innovazione. La solidità economico-finanziaria è un elemento imprescindibile per poter svolgere l'attività di Concessionario, il quale, nel più ampio spirito di collaborazione e al fine di garantire l'Ente Pubblico, può anche far certificare il proprio bilancio da parte di un terzo incaricato ad accertare la veridicità dei dati economici, patrimoniali e finanziari. A ciò si aggiunga la possibilità per i Concessionari di ottenere un rating di legalità rilasciato dall'AGCM, indicatore sintetico del rispetto di elevati standard di trasparenza.
Tra loro strettamente connesse, solidità e impegno per l'innovazione sono peculiarità in grado di fare la vera differenza tra gli operatori sul mercato. La solidità economico-finanziaria rappresenta, infatti, la principale forza dei Concessionari più innovativi e tecnologicamente avanzati. Infatti, le società che dispongono di sufficienti risorse economiche sono in grado di garantire il “differenziale di contemporaneità tecnologica” e cioè di garantire un servizio snello, efficace, veloce, ma soprattutto adatto a ciascun contribuente.
Il Concessionario tecnologicamente avanzato, infatti, fornisce gli strumenti tecnici necessari per adempiere velocemente agli obblighi verso la pubblica amministrazione. Un esempio pratico sono le piattaforme informatiche messe a disposizione degli utenti sul quale è possibile consultare la propria posizione contributiva, prenotare un appuntamento, ricevere assistenza online, condividere documenti o sottoscrivere istanze. Al contempo, però, il Concessionario affianca anche un servizio di front office, in grado di garantire un supporto anche ai cittadini meno inclini alla tecnologia.
I Concessionari che investono nell'innovazione e che guardano al futuro, comprendendo le esigenze degli utenti e trovando soluzioni facili e concrete per supportarli, rappresentano la soluzione al problema della scarsità di strumenti in mano agli enti pubblici. Grazie alla loro attività è infatti possibile garantire maggiore efficacia ed efficienza in un'attività vitale per il benessere di un Paese.

Luigi Frascino è Presidente di Credit Network & Finance

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti