AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùOggi il vertice

Petrolio, mercato in mano all’Opec Plus: altrove la produzione non risale

La coalizione si riunisce in una posizione di forza che non aveva da almeno due decenni: i consumi petroliferi in Occidente oggi corrono con l'uscita dalla pandemia, ma la rivoluzione verde ha già frenato lo sviluppo dell'offerta. Anche se il Brent scambia a 70 dollari al barile, un record da due anni

di Sissi Bellomo

(Reuters)

4' di lettura

L’Opec Plus si riunirà nel pomeriggio del 1° giugno con qualche apprensione sul ritorno del petrolio iraniano e sulla debolezza dei consumi nelle regioni tuttora colpite dal Covid. Ma la coalizione, secondo le indiscrezioni della vigilia, dovrebbe tenere ferma la barra continuando la graduale apertura dei rubinetti almeno fino a luglio. L’interrogativo è piuttosto su quanto accadrà dopo, quando – persino con i barili extra da Teheran – rischia di crearsi una seria carenza di offerta.

Verso un aumento di produzione

I piani già concordati...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti