Primarie democratici, le ricette economiche dei sei candidati

5/7USA

Primarie democratici / Bernie Sanders

Bernie Sanders, 78 anni, senatore del Vermont, ex indipendente, campione della sinistra Dem

Progressista, bastian contrario, testardo, impulsivo, una lunga storia da parlamentare indipendente e poi democratico e un'agenda di cambiamenti radicali legati alla giustizia sociale fanno di Bernie Sanders il candidato preferito dei giovani americani e della working class, al momento in testa nei sondaggi. Il senatore del Vermont, 78 anni, si ispira alle socialdemocrazie del Nord Europa.

Al centro del suo programma c'è il “green new deal, il sistema sanitario pubblico, l'aumento del salario minimo a 15 dollari l'ora, una legislazione rigida contro le armi, la depenalizzazione dell'immigrazione, la lotta alla concentrazione di poteri delle big tech. Vuole rendere gratuiti università e college tassando le transazioni finanziarie. Favorevole alla cancellazione dei debiti degli studenti, alla riduzione della spesa militare. Vuol combattere la povertà e espandere il welfare e aumentando la tassazione per i redditi annui sopra i 250mila dollari. Ebreo sposato con una cattolica è per la società aperta e multietnica. Pacifista convinto in politica estera è a favore del multilateralismo.
In tema di politiche commerciali è contrario alla delocalizzazione. Crede che bisognerebbe trovare punti in comune con la Cina e non imporre dazi, ma considera il presidente cinese Xi Jinping un dittatore.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti