ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùConcept car

Renault Scenic Vision: in una concept car tutto il futuro del marchio francese

La casa della Losanga svela la concept car che preannuncia la nuova generazione della monovolume elettrificata in arrivo entro il 2024.

di Mario Cianflone

4' di lettura

Ritorna la Scenic, uno dei modelli di maggior successo di Renault. Quasi un’icona che si ripresenta, per ora sotto forma di concept car. Si chiama infatti Scenic Vision e prefigura non solo la futura generazione del monovolume della casa francese, ma è un vero e proprio manifestato tecnologico che getta una luce di innovazione e sostenibilità sui modelli Renault del futuro.
E troviamo sistemi di guida fortemente assista, ma nessuna fufa in avanti, linee futuristiche e interni studiati per il confort con una plancia da astronave: con tanto di display trasparente che lascia spazio alla realtà aumenta. E il futuro è anche nella scelta dell’alimentazione del motore elettrico: batterie oppure fuel cell a idrogeno.
Renault così lascia intravedere un futuro dove gli accumulatori a ioni di litio o quelli a stato solido non saranno l’unica via alla sostenibilità.
E in fatto di sostenibilità c’è da sottolineare che Scenic Vision punta all’economia circolare con una percentuale enorme di materiali riciclati.

Renault Scenic Vision, le foto dell’auto del futuro

Renault Scenic Vision, le foto dell’auto del futuro

Photogallery25 foto

Visualizza

Scenic Vision nella strategia Renault

Il Gruppo Renault e le sue Marche hanno intrapreso una trasformazione di largo respiro, per passare dalla corsa ai volumi alla creazione di valore economico, ma anche ambientale e sociale, con l'obiettivo di raggiungere zero emissioni in Europa nel 2040 e nel mondo nel 2050. Per riuscirci, la Marca Renault punta, ad esempio, a una gamma 100% elettrica entro il 2030 in Europa. Se il Gruppo è stato pioniere dei veicoli elettrici oltre un decennio fa, in materia di decarbonizzazione, andrà ben oltre la semplice riduzione delle emissioni in fase di utilizzo. Renault svela, oggi, la sua nuova concept car Renault Scénic Vision che incarna tutto il suo impegno nello sviluppo sostenibile traducendolo in un veicolo. La concept car Scénic Vision intraprende quindi un nuovo percorso, quello di una mobilità al tempo stesso più sostenibile, sicura e inclusiva

Loading...

Modello elettrico in arrivo nel 2024

Lunga 4,49 metri (per una larghezza di 1,9 metri e un'altezza di 1,59 metri), Renault Scénic Vision è una familiare con le dimensioni di un veicolo del segmento C. Le sue caratteristiche sottolineano un linguaggio di design più moderno, più legato alla brand identity, ma anche più sostenibile. Renault Scénic Vision è un mix di tecnologie e stili futuristici, in cui ambiente, sicurezza e inclusione sono al centro della progettazione. Scénic Vision è la concept car che incarna la nuova visione della familiare. Il design esterno fa pensare a un modello 100% elettrico che sarà svelato nel 2024.

Questo veicolo del segmento C, progettato per i lunghi viaggi in famiglia, usufruirà di tutti i vantaggi della piattaforma Cmf-Ev e porterà una ventata di freschezza, ottimizzando ancora di più il benessere a bordo. Sulla scia delle partnership strategiche già strette dal Gruppo Renault, la concept car Renault Scénic Vision sfrutta tutte le strade individuate e punta a ridurre la carbon footprint delle batterie del 60%, sia mediante la decarbonizzazione dell'energia usata per l'assemblaggio sia tramite un approvvigionamento più responsabile.

Motorizzazione ibrida e inedita

La concept car Renault Scénic Vision è, pertanto, dotata di un'esclusiva motorizzazione ibrida, al tempo stesso elettrica e a idrogeno. Con un motore di nuova generazione, una batteria di dimensioni ridotte e una cella a combustibile alimentata da idrogeno verde, inaugura una nuova era della mobilità, che il Gruppo ritiene fattibile per il prossimo decennio.Il motore elettrico sincrono a rotore avvolto da 160 kW di Renault Scénic Vision deriva direttamente da quello di Nuova Mégane E-Tech Electric. Prodotto nello stabilimento di Cléon, non fa uso di terre rare, contribuendo così alla riduzione della carbon footprint e alla creazione di un ecosistema responsabile e sostenibile. La batteria da 40 kWh, che è riciclabile e sarà prodotta in Francia a partire dal 2024 nella Gigafactory del Centro ElectriCity.

La capacità è completata da una cella a combustibile da 15 kW che facilita la ricarica nei lunghi viaggi. Pertanto, nel 2030 e oltre, quando si sarà sviluppata la rete delle stazioni a idrogeno, sarà possibile intraprendere lunghi viaggi fino a 800 km. Il Gruppo Renault è il primo costruttore automobilistico a intervenire sull'intero ciclo di vita della batteria. Ha pertanto sviluppato forti competenze per incrementarne la sostenibilità e ampliare le possibilità di utilizzo. Quando la batteria non offre più il livello di prestazione richiesto per alimentare il veicolo, può essere riutilizzata per lo stoccaggio stazionario dell’energia in edifici residenziali, uffici, ma anche per soluzioni mobili (ad esempio: navi, sistemi di refrigerazione, macchinari, logistica aeroportuale).

Piattaforma ad hoc

Una piattaforma predisposta per ospitare tutti gli elementi di questa motorizzazione: motore, batteria, cella a combustibile e serbatoio di idrogeno. La scelta di disporre il motore in posizione posteriore (e quindi di rendere Scénic Vision un veicolo a trazione posteriore) consente di far posto, all'anteriore, al serbatoio di idrogeno da 2,5 kg. La cella a combustibile è posizionata sotto al pianale, nella parte posteriore della piattaforma, dietro alla batteria. Amplio utilizzo di materiali riciclati Entro il 2030, il Gruppo punta a raggiungere una quota del 33% di materiali riciclati nella massa dei nuovi veicoli. Renault Scénic Vision ci indica la strada, vantando tassi senza precedenti in termini di materiali riciclati e riciclabili: oltre il 70% della massa complessiva è costituita da materiali riciclabili e rinnovabili. Il 95% dei materiali utilizzati per la progettazione, batteria compresa, è valorizzabile e riciclabile* nei canali di riciclo industriali.

Un vero e proprio circolo virtuoso per l'ambiente e per il Gruppo Renault. Con la Re-Factory di Flins e le filiali Renault Environnement, le attività di smantellamento, riciclo di componenti e batterie genereranno un fatturato di oltre un miliardo di euro nel 2030.Il 95% dei materiali che compongono la concept car, batteria compresa, è riciclabile. Un nuovo modo di progettare che non si incentra più esclusivamente sul veicolo, ma che comprende anche progetti e tecnologie finora inesplorate.

All'esterno, i materiali utilizzati (acciaio, alluminio, vetro e plastica) sono tutti riciclabili a fine vita. All'interno, tutto è stato progettato in modo responsabile. Ad esempio, la schiuma, i tessuti e le cuciture dei sedili color bianco écru sono tutti fatti di un solo materiale, ottenuto da plastica al 100% riciclata e riciclabile. Si staccano facilmente dalle strutture. Non essendo pigmentati è ancora più facile riciclarli. Pensata per rispettare il più possibile l'ambiente, la progettazione di Renault Scénic Vision facilita il riciclo a fine vita.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti