ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùOcchialeria

Safilo rafforza il patrimonio: aumento di capitale da 135 milioni

di Monica D'Ascenzo

2' di lettura

«Abbiamo deciso di proporre all’assemblea degli azionisti un aumento di capitale da 135 milioni di euro che ci permetterà di ripagare il prestito che l’azionista di riferimento ci aveva concesso da 90 milioni per le due acquisizioni americane, mentre il resto del capitale servirà a rafforzare la struttura patrimoniale di Safilo e a continuare ad investire in digitalizzazione, brand di proprietà ed essere pronti per guardare a opportunità esterne». Angelo Trocchia, amministratore delegato di Safilo, spiega così la decisione di procedere con una ricapitalizzazione della società anche a seguito dell’andamento della prima metà dell’anno: «Dopo un primo trimestre positivo, prevediamo un secondo trimestre di crescita nella parte alta del range single digit sul 2019».

L’aumento di capitale è, quindi, principalmente finalizzato al rimborso dell’esistente “shareholder loan” di 90 milioni, oltre all’ammontare di interessi maturati, concesso a Safilo in due tranche nel corso del 2020 da Multibrands Italy, società controllata da Hal Holding NV e azionista di riferimento di Safilo con il 49,84%, per supportare la conclusione delle acquisizioni di Blenders Eyewear e Privé Goods. Il rimborso del prestito, spiega l’azienda, in anticipo rispetto alla scadenza di fine 2026, consentirà al gruppo «un sostanziale risparmio di oneri finanziari per interessi passivi, pari ora al 9% per ciascun anno di durata residua del finanziamento». Al 30 giugno 2021, l’importo del finanziamento in linea capitale è di 96,5 milioni.

Loading...

Dal canto suo Multibrands ha assunto l’impegno a sottoscrivere le azioni di nuova emissione relativi alla sua quota e, previo accordo sul prezzo di emissione, a sottoscrivere le azioni eventualmente non sottoscritte. «Hal sottoscriverà per intero l’aumento, cosa che ci permette un processo più veloce ed efficiente. Nel breve, quindi, Hal potrebbe aumentare la propria quota in Safilo, ma renderà disponibili sul mercato le azioni che eccedono la partecipazione attuale» spiega il ceo.

Safilo dovrà corrispondere a Multibrands un importo pari al 2% del rischio assunto, calcolato sulla base dell’ammontare effettivo dell’aumento, al netto del controvalore delle azioni spettanti e delle nuove azioni che altri azionisti si impegnassero a sottoscrivere prima della pubblicazione del prospetto. L’importo non potrà in ogni caso superare 1,6 milioni.

«L’operazione permetterà a Safilo di continuare lungo le direttrici di sviluppo che sta seguendo. I risultati positivi si devono al buon andamento degli stati Uniti, così come Cina e Middle East. Vediamo i primi segni di una ripresa anche europea che speriamo diventi più solida e forte nel secondo semestre» sottolinea Trocchia, che aggiunge: «Abbiamo rinnovato il cuore delle nostre licenze fino al 2025-2026. Non abbiamo altre licenze previste in scadenza. È importante anche la crescita dei nostri brand di proprietà, che stanno performando meglio rispetto ai nostri programmi. Compenseremo già nel 2021 abbondantemente l’uscita delle grandi licenze Lvmh tra brand di proprietà e brand acquisiti» spiega il ceo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti