CORTINA, ASIAGO, ALLEGHE

Sci e snowboard: montagne venete al cancelletto di partenza

di Ambra Grecale


default onloading pic

4' di lettura

Dopo la violentissima ondata di maltempo che si è abbattuta la settimana di Ognissanti e che ha visto in allarme rosso più di una località montana con devastazioni al paesaggio alpino, i comprensori sciistici si concentrano ora sull'offerta invernale 2018/2019. A fare da apripista, venerdì 30 novembre, saranno gli impianti del Faloria a Cortina d'Ampezzo e, clima e neve permettendo, già dal sabato dell'Immacolata le piste del bellunese saranno tutte aperte.

“La stagione invernale inizia senza ritardi – dichiara l'assessore al turismo della regione Veneto Federico Caner – ed è quasi un miracolo se confrontiamo le immagini dei giorni della grande emergenza con quelle di oggi”. A ruota, dopo il Faloria, sarà la volta degli impianti delle Cinque Torri, del Campolongo e Arabba che apriranno l'1 e 2 dicembre, del Sella Ronda il 6 dicembre e, neve permettendo, di tutti gli altri comprensori il 7 dicembre. Per festeggiare la bella notizia, sempre il Veneto invita a un dolce assaggio di gelato (oltre che di gelo!) alla 59sima edizione del MIG di Longarone, in calendario dal 2 al 5 dicembre 2018.

Ad Asiago riapre le Melette
L'inverno 2018-2019, ad Asiago, è quello del grande ritorno delle Melette. Dopo una pausa di due anni, la stazione sciistica riapre a dicembre con l'entrata in funzione della nuova seggiovia a 6 posti che porta sulla sommità, mentre un'altra seggiovia quadriposto condurrà gli sciatori in cima all'Ongara. In Altopiano, Kaberlaba rimane la meta preferita da chi ama le piste facili per bob e slittini mentre la skiarea Verena 2000 è in assoluto il punto più panoramico, con vista sulle Dolomiti di Brenta e l'Adamello. Cima Larici, in Val Formica, ha piste soleggiate tra boschi di abeti ma per chi vuole rimanere a valle per praticare lo sci di fondo, intorno ad Asiago ci sono 500 km di tracciati con piste omologate FISI (dove sono state disputate varie competizioni di Coppa del Mondo), sei centri organizzati e una pista illuminata in notturna al Parco Millepini. Ad Asiago, per il fondo, c'è pure la pista del Golf: un anello di 5 km adatto a principianti ed esperti e nella vicina Gallio il Centro Fondo Campomulo ha 150 km di piste, anche con binari tracciati per lo stile classico. Asiago, grazie allo scarso inquinamento luminoso e all'aria nitida e tersa, è uno dei migliori luoghi in Italia dove ammirare il cielo notturno. A Pennar si trova un importante osservatorio astrofisico, di proprietà dell'Università di Padova, che ospita i maggiori telescopi dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF). L'Osservatorio è aperto alle visite guidate: per diffondere la passione per le stelle e i misteri del cosmo.

A Cortina la tavola da snowboard è una favola
Gli irriducibili dello snowboard a Cortina troveranno pane per i loro denti, specialmente nella zona delle 5 Torri e del Faloria, per i salti e le discese mozzafiato dei tracciati, mentre per gli amanti della tavola alle prime armi le piste di Pocol e Socrepes sono l'ideale. Nel fine settimana del 14 e 15 dicembre, Cortina ospiterà la Coppa del Mondo di Snowboard : un'occasione unica per vedere sfidarsi sullo spettacolare tracciato del Faloria campioni provenienti da 20 paesi del mondo. Ci sarà una diretta televisiva e la spettacolarità della prova è amplificata dal fatto che si svolgerà in notturna, sotto i riflettori di una pista perfettamente illuminata e ben visibile dalla conca di Cortina. Dopo la consegna dei pettorali venerdì 14, sabato 15 dicembre si comincia con la Bring Kidz to the Snow, la gara internazionale dei bambini, seguita dalle qualifiche ufficiali (14:00-16:00) e dalle Finali della tappa di Coppa del Mondo di Snowboard di Cortina (ore 17.00).

Skicivetta nella Valle Agordina
Nella Valle Agordina, a sud della Marmolada c'è la località sciistica di Alleghe nel comprensorio Skicivetta. Due cabinovie - Pian di Pezzè e Pian di Pezzè/Col dei Baldi - portano in quota, verso Selva di Cadore e Zoldo dove ci sono 17 piste di varia difficoltà che diventano 43 in tutto, per un totale di 80 km in gran parte coperti dall'innevamento artificiale. Il comprensorio del Civetta è incluso nel Dolomiti Superski e collegato con un efficiente servizio di ski bus da Alleghe alla Marmolada e quindi al Sella Ronda Tour, il famoso Giro dei Quattro Passi che ogni sciatore vuole annoverare una volta nella vita come impresa sul circo bianco. Ma non è finita: gli sciatori esperti possono anche cimentarsi nel Giro Sciistico della Grande Guerra, un itinerario che ripercorre la storia attraversando i luoghi che furono teatro della Prima Guerra Mondiale. Prima di assaporare il piacere di una discesa sugli sci, il Veneto invita anche ad un assaggio dolce al MIG, la Mostra Internazionale de Gelato, la più grande vetrina del gelato artigianale che quest'anno si svolge dal 2 al 5 dicembre 2018. Risale al dicembre 1959 la prima edizione della “Fiera del Gelato”, la manifestazione fieristica internazionale incentrata sul “dolce freddo” che, ogni anno, agli inizi dell'inverno, vede Longarone capitale del gelato e richiama gelatieri da tutte le parti del mondo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...