Turismo

Solo un italiano su sette farà le vacanze all’estero

Ivana Jelinic, presidente nazionale Fiavet: «Spagna, Grecia e Croazia le destinazioni più gettonate, in Egitto situazione al momento è assolutamente sicura»

di Enrico Netti

(Agf)

1' di lettura

«I numeri degli italiani che hanno deciso di fare le vacanze all’estero sono ancora molto piccoli. All’estero viaggerà circa il 15% dei turisti che avrebbero prenotato per altri Paesi in epoca pre pandemia». A dirlo Ivana Jelinic, presidente nazionale Fiavet, Federazione italiana associazione imprese viaggio e turismo. Le mete preferite restano «Spagna, Grecia, Croazia e sta andando bene anche Malta - spiega -. Restano praticamente precluse al turismo italiano mete di medio raggio, come l’Egitto e la Turchia». Il motivo è presto detto. «Se si trascorre una settimana al Sharm El Sheik, al rientro bisogna fare ancora due settimane di quarantena - dice la presidente nazionale Fiavet - anche la situazione in Egitto al momento è assolutamente sicura». C’è poi la prassi dei furbetti che per raggiungere destinazioni oltre oceano scelgono la via delle triangolazioni per sfuggire a controlli e ai regole anti pandemia. «Questo è un fenomeno che abbiamo riscontrato da subito e che continua ad esistere - spiega Ivana Jelinic -. Ci sono persone che con un po’ di scaltrezza riescono ad aggirare i divieti e prenotare una settimana alle Maldive, piuttosto che in altre località esotiche senza enormi problemi. Si tratta però di numeri piccoli e di viaggi in genere auto organizzati».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti