report gate-away

Stranieri che comprano casa in Italia, boom in Sicilia

Americani, inglesi e tedeschi i primi acquirenti. Valore medio a 350mila euro, ma cresce la domanda sotto i 100mila

di Emiliano Sgambato


default onloading pic
Cefalù (Pa). La Sicilia è tra le regioni più richieste dagli stranieri che cercano case (Marka)

2' di lettura

Americani, tedeschi e inglesi sono i più numersi a voler comprare casa in Italia, per una domanda da parte degli stranieri che è aumentata in media dell’1,3% nel primo semestre di quest’anno. Ai primi posti tra le regioni più richieste sempre la Toscana e la Puglia, ma si è registrato un boom di richieste per la Sicilia.

Sono le principali indicazioni che emergono dal report di Gate-away.com, portale immobiliare italiano esclusivamente dedicato agli stranieri che vogliono comprare case italiane.

Secondo le elaborazioni sul traffico del portale, la principale novità di questi primi sei mesi del 2019, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, è la crescita di domande per regioni come la Sicilia (+43,9%), l’Abruzzo (+18,4%), l’Umbria (+31,46%) e la Calabria (+40,03%) che si posizionano rispettivamente al quinto, sesto, settimo e nono posto nella classifica delle 10 regioni più ambite, in cui da anni, spicca al primo posto la Toscana, che subisce una lieve flessione del 10,15%. Seguono Puglia, Lombardia (a cui fa da traino la zona del Lago di Como, che resta la più richiesta a livello italiano), Liguria, all'ottavo posto il Piemonte e al decimo la Sardegna. Le nazioni da cui provengono più richieste sono gli Usa (17,9% sul totale); la Germania (13%), Regno Unito (12,4%).

Anche se le case indipendenti sono preferite ad appartamenti, la richiesta di questi ultimi è cresciuta dell'11% rispetto allo scorso anno, offrendo più opportunità a coloro che vogliono vendere.

Oltre il 66% delle richieste che arrivano a Gate-away.com riguarda abitazioni completamente ristrutturate o già abitabili, mentre sono il 13,6% quelle per case da ristrutturare; il nuovo rappresenta invece l’8,7%.

Sempre nel primo semestre 2019, crescono poi le richieste per immobili con un prezzo inferiore ai 100 mila euro e quelle sopra i 500 mila euro. Il valore medio degli immobili richiesti rispetto è pari a 353.885 euro euro.

LEGGI ANCHE / La Brexit spinge verso il basso i prezzi delle case a Londra

«Ricordo che il mese di gennaio del 2018 lasciava presagire un anno record – commenta Simone Rossi, general manager di Gate-away.com – registrammo un +44,8% rispetto a gennaio 2017. Ma poi, con l'instabilità di Governo e, soprattutto, il rischio Italexit, nel mese di maggio 2018 arrivammo a -7,3%. Il panorama di questo inizio 2019, invece, riequilibra di fatto l’andamento di crescita. Se nei primi mesi (gennaio, febbraio e marzo) abbiamo registrato un leggero segno meno rispetto alle cifre record di inizio 2018, da aprile a giugno le domande hanno ripreso a crescere, raggiungendo anche +28,9% a maggio».

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...