ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAttrattori turistici

Un Museo del cinema a Bernalda, il paese di Francis Ford Coppola

di Luigia Ierace

  La famiglia del celebre regista è originaria di Bernalda

2' di lettura

La saga della famiglia Coppola raccontata dove tutto ha avuto origine. Da «Bernalda bella», come la chiamava Agostino Coppola, nato nel centro lucano tra la costa jonica e Matera, e come continua a chiamarla il nipote Francis Ford Coppola, il regista che dal 1989 ne ha la cittadinanza onoraria. Nel cuore della Basilicata, nel Castello aragonese appena ristrutturato, nascerà un museo del cinema e a fine anno ospiterà una mostra per i 50 anni dall'uscita del film “Il Padrino”.

La storia di Coppola si intreccia con la trilogia sulla famiglia mafiosa dei Corleone di New York, capolavoro pluripremiato di Francis Ford Coppola, tratto dal romanzo di Mario Puzo e con un cast di eccezione: da Marlon Brando ad Al Pacino e Robert De Niro. Ambientato nel dopoguerra, all’ombra della Grande Mela e in Sicilia, e incentrato sulle vicende del capo mafia Don Vito Corleone, dopo mezzo secolo il film è un patrimonio della cinematografia mondiale che ora la Basilicata vuole omaggiare.

Loading...

Tutto parte dalla lettera che il presidente della Regione Vito Bardi ha scritto al regista con l’intenzione di realizzare a fine anno la mostra, primo tassello di un progetto più ampio di intesa con il Comune di Bernalda: un grande attrattore, un museo del cinema dedicato «all’avventura umana e artistica dei Coppola». Dalla famiglia Coppola è arrivata la disponibilità a raccogliere il materiale e a individuare uno dei componenti per seguire l'iniziativa. «Il legame tra Francis Ford Coppola e la Basilicata è cosa nota. Toccava adesso alle istituzioni – spiega Bardi – dare un segnale ancor più chiaro rispetto al passato di riconoscenza a lui ed alla sua famiglia per l'attenzione rivolta alla nostra terra e al suo paese di origine Bernalda. I 50 anni de “Il Padrino”, pietra miliare nella storia del cinema, sono l'occasione per rilanciare questo vincolo di amicizia e di gratitudine». E proprio il Castello farà da cornice alla storia e all'opera dei Coppola. Dai nonni Agostino e Maria Zasa, emigrati da Bernalda in Usa nel 1904, ai genitori Carmine, compositore e direttore d’orchestra, e Italia Pennino, newyorkese figlia del compositore napoletano Francesco Pennino. Quella dei Coppola è una grande famiglia fortemente legata alle origini che condivise l’idea di Francis Ford Coppola di una casa lucana a Palazzo Margherita, edificio storico di Bernalda del 1892, acquistato nel 2004 e trasformato in un piccolo e lussuoso hotel. È qui che la figlia Sofia, anche lei regista, si sposò portando Bernalda alla ribalta della scena internazionale con tutta la famiglia, l’altro figlio Roman, produttore e regista, e una sfilata di vip. È qui che «almeno due volte l’anno arrivano il regista e i suoi familiari. Un ritorno alle origini, fatte anche dei sapori della cucina lucana di cui il maestro è praticamente innamorato– spiega Rossella De Filippo, direttrice di Palazzo Margherita–. Ora è molto impegnato con la sua nuova grande produzione. A Bernalda tornerà appena possibile. Certo, come ha scritto a Bardi, un aeroporto seppur piccolo potrebbe essere importante per la Basilicata, di cui è da sempre testimonial».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti