L'esteta

Un posto dove sentirsi a casa, immersi in un'azienda agricola biologica: Borgo Pignano

Consigli d'autore e indirizzi da non perdere, dalla baia di San Francisco alla campagna toscana. Lo stile secondo il tycoon della Silicon Valley, Michael Moritz.

di Paola Dezza

Una vista di Borgo Pignano, in provincia di Pisa.

3' di lettura

SEGNI DISTINTIVI DEL MIO STILE Difficile dare una definizione di stile. E dire se ne ho uno che mi identifica. Se voglio definirmi, prendo a prestito il mio amore per la natura, in tutte le sue meravigliose forme. Il mio stile è composto dai miei interessi, che spaziano dalle macchine d'epoca all'arte, dai libri ai paesaggi. Mi piace il processo che porta alla creazione delle cose, che sia un'opera d'ingegno, un quadro o un piatto di buona cucina. E quando viaggio, dipingo sempre i luoghi in cui mi trovo!

LA VISTA CHE MI ISPIRA Sono cresciuto nel Galles, sono nato a Cardiff, e poi ho vissuto per molti anni negli Stati Uniti, ora a San Francisco. Resto però legato alla natura. Nella mia vita ho goduto di panorami unici e sono molti i posti nel mondo che apprezzo. Alla fine, dopo tanti viaggi, mi sono innamorato insieme a mia moglie Harriet Heyman di Borgo Pignano (in Toscana, nell'area di Volterra). Quando l'ho acquistato nel 2000, il borgo era in condizioni di totale abbandono, la ristrutturazione della villa del XVII secolo, della chiesa Romanica e delle dimore private ha richiesto moltissimo lavoro. È un progetto di cui siamo orgogliosi, basato sui principi dell'eco-sostenibilità. La tenuta è circondata da 300 ettari di natura incontaminata, abbiamo voluto che potesse accogliere ospiti, ma ha anche la certificazione come Azienda agricola biologica.

Loading...

L'OGGETTO DAL QUALE NON MI SEPAREREI MAI Non si tratta di un oggetto, ma certo non mi separerei mai dalla mia famiglia.

IL MIGLIOR SOUVENIR CHE HO PORTATO A CASA Tutti i miei dipinti quando viaggio per il mondo. Mi permettono di ricordare esattamente dove mi trovavo in un determinato momento. Così è avvenuto a Venezia l'ultima volta che ci sono stato. E dove spero di tornare prestissimo.

Michael Moritz.

UNA SCOPERTA RECENTE Mi sono reso conto di quanto si lavora in smart working!

NEL MIO FRIGO NON MANCA MAI Lo yogurt: sono un vero addicted e lo scelgo di qualità. In California, mangio lo Yogurt Straus Family Farms Greek. In Italia, invece, scelgo lo yogurt dell'Azienda Agricola Poggio di Camporbiano.

L'ULTIMO CAPO DI ABBIGLIAMENTO CHE HO AGGIUNTO AL GUARDAROBA La felpa che indosso. Il brand è Luca Falcone, un piccolo marchio di abbigliamento maschile su misura, con negozi a Fort Lauderdale e New Orleans.

IL PIÙ BEL REGALO RICEVUTO Mia moglie. Ma anche un biglietto ricordo di mio nonno.

LA STANZA PREFERITA DELLA MIA CASA Senz'altro la cucina, perché cucinare per la mia famiglia e per gli amici è uno dei miei piaceri. E me la cavo discretamente.

I LIBRI SUL COMODINO Ho appena finito Angelo, guarda il passato di Thomas Wolfe e ora sto leggendo Fratelli d'anima di David Diop.

I MIEI SITI E LE MIE APP PREFERITE Amo le auto d'epoca. Mi piacciono quelle da tutti i giorni, non esotiche, del periodo dal 1945 al 1965, che guardo sul sito Bring a Trailer.

LE PIATTAFORME D'ARTE CHE PREFERISCO Christie's e Sotheby's. Trovo molto interessanti le informazioni dettagliate delle loro aste sui lavori degli artisti che hanno in vendita.

LE GALLERIE D'ARTE E I MUSEI CHE MI ISPIRANO Direi sicuramente il MoMA di New York e, sempre nella Grande Mela, il Metropolitan Museum of Art e la Neue Galerie. Poi a Londra, la Tate Britain e a Parigi, il Louvre.

L'ARTISTA CHE COLLEZIONEREI SE POTESSI Amo collezionare opere d'arte. Certamente quello a cui sono più affezionato è Lucian Freud, ma ci sono altri artisti di cui sono appassionato come Frank Auerbach, Leon Kossoff e David Hockney.

SE NON VIVESSI A SAN FRANCISCO, VIVREI... È scontato: a Borgo Pignano!

Riproduzione riservata ©

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti