Brand sartoriali

Up! love it disegna capi sartoriali da enfatizzare con tessuti ricercati

Un atelier nel centro di Milano allestito in un appartamento confortevole dove cercare il proprio look

di Paola Dezza

2' di lettura

Tessuti ricchi, ricercati, colorati con abbinamenti di tinte a effetto. È il segno distintivo delle collezioni elaborate da Stefania Ferrario, architetto, che ha creato lo Studio Up! Love it con il quale offre un servizio di consulenza stile a 360 gradi. «L’obiettivo del brand è realizzare capi unici, senza tempo, carichi di personalità e fascino, assolutamente non convenzionali» racconta Stefania, che sottolinea la sua passione proprio per la ricerca di colori e tessuti, accostamento di tinte e trame originali che lei stessa crea.

Le linee pulite vengono proprio valorizzate dalla ricercatezza dei tessuti, a sottolineare una visione estetica unica in equilibrio tra ironia allegria lusso e bellezza.

Loading...

«Molti tessuti nascono da miei disegni, partendo sempre da una base realizzata - dice Stefania -. Mischio i colori per ottenere nuove trame».

«Parto in genere da una trama - racconta -, mi faccio dare la cartella colori di tutti i componenti dai produttori e a quel punto realizzo un mio mix personalizzato. Colori come il verde e tutte le sue tonalità o il fucsia per me sono continuativi, sono colori capisaldo delle mie collezioni».

Nello showroom realizzato nella casa della nonna a Milano, come una dimora accogliente e luminosa che ricorda gli atelier di una volta, Stefania riceve le clienti per analizzarne bisogni e desideri. Un piccolo salotto dove ci si sente a proprio agio tra tessuti jacquard e pizzi e tra i modelli esposti come campionario.

Il punto di forza di Up! love it sono proprio i tessuti jacquard che per il 90% arrivano da Como, una eccellenza italiana. Il modello iconico è quello dei pantaloni. Un modello largo con risvolto in fondo che viene declinato in tessuti invernali, estivi e quattro stagioni. Ma anche giacche e spolverini sono capi dal taglio unico. Gonne ampie e svasate, pantaloni palazzo, cappottini essenziali diventano capi d’autore grazie alla ricerca delle forme che Stefania porta avanti.

Al via a breve il sito internet nel quale trovare la collezione e anche pezzi unici.

Dall’Indonesia, luogo del cuore di Stefania, arrivano i tessuti per pigiami particolari e per i kimono, tutti pezzi unici nei quali si accostano diverse fantasie.

La produzione sfiora i 300 capi sartoriali ogni anno. L’acquisto non è “mordi e fuggi”, ma la cliente che si rivolge al brand vuole essere seguita perché alla ricerca di un look.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti