ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùStartup

Wonderflow, round da 20 milioni per crescere negli Stati Uniti

L’investimento, guidato dal gestore di venture capital nord americano Klass Capital, ha visto la partecipazione di P101 Sgr

di Monica D'Ascenzo

Riccardo Osti, Giovanni Gaglione e Michele Ruini i tre fondatori della startup Wonderflow

2' di lettura

Nuovo round da 20 milioni per Wonderflow, attiva nell’analisi dei big data dei feedback dei consumatori. L’investimento è stato guidato dal gestore di venture capital nord americano Klass Capital e partecipato da P101 Sgr, attraverso il suo secondo veicolo P102 e Italia 500 (fondo istituito da Azimut Libera Impresa sgr e gestito da P101). L'operazione, che porta la raccolta totale della startup a 25 milioni, vede inoltre la partecipazione del manager olandese Jan Bennink.

La nuova iniezione di capitali permetterà alla la società, guidata dal ceo Riccardo Osti, di consolidare il proprio posizionamento in Europa grazie all'assunzione di nuovi talenti nelle tre sedi di Amsterdam, Trento – presso Hub Innovazione Trentino – e Milano. La società punta inoltre all'apertura di una nuova sede in Nord America, grazie anche al supporto di Klass.

Loading...

«La partnership con Klass rappresenta un passo importante nel nostro piano di crescita globale. Continueremo a investire in tecnologie di intelligenza artificiale per rafforzare la nostra leadership in NLP, predizione e narrative insights. Puntiamo inoltre a espandere il nostro team in Europa e in Nord America per fornire un supporto sempre migliore ai nostri clienti enterpris» commenta Osti.

Al nuovo round Wonderflow, che opera con un network di 100 collaboratori (65% donne) in 15 Paesi, si è presentata con ricavi raddoppiati nel corso dell’esercizio 2020 e con clienti come Philips, Fastweb, Pirelli, Colgate-Palmolive, Delonghi group, Samsung, TomTom, UBER, Reckitt Benckiser, Beiersdorf, DHL, Kantar, Estee Lauder. La società opera nel settore del customer analytics, in crescita del 17% anno su anno e che secondo le più recenti stime varrà 9 miliardi di dollari nel 2022, secondo Gartner.

Dal canto loro gli investitori sottolineano: «Nel tempo che abbiamo passato con Riccardo e Wonderflow siamo rimasti molto colpiti dalla loro caparbietà e il loro approccio collaborativo con i loro partners. A Klass capital non vediamo l’ora di iniziare a lavorare con Wonderflow per aiutarli a crescere e diventare il nuovo standard globale nell'analisi dei customer feedback» afferma Daniel Klass, founder e managing partner di Klass Capital, mentre Giuseppe Donvito, partner di P101 Sgr conclude: «Abbiamo creduto in Wonderflow sin dall’inizio, riconoscendola da subito come azienda leader nel suo settore sia per le potenzialità del team che per la tecnologia proprietaria che ha saputo costruire. Oggi, questo nuovo round rappresenta una tappa fondamentale della loro corsa verso il successo: una conferma per quanto riguarda lo sviluppo nel mercato europeo, ma anche l’inizio di un’ambiziosa espansione a livello mondiale».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti