Test drive

Wrangler, la madre di tutte le Jeep sposa l’elettrificazione e diventa plug-in

La nuova versione ibrida 4xe combina la capacità in fuoristrada con la sostenibilità della trazione integrale elettrica. Il powertrain, dall’architettura diversa da quella di Renegade e Compass, vanta tre unità di cui una termica per un totale di 380 cv

di Massimo Mambretti

3' di lettura

Non cambia faccia, ma cambia cuore. Ecco l’identikit della Wrangler 4xe, ovvero la versione ibrida alla spina della più iconica e rude delle Jeep. La nuova versione interpreta il tema della mobilità sostenibile sfruttando l’interpretazione 2.0 della tecnologia 4xe, che si sviluppa in maniera diversa rispetto a quella delle omonime Compass e Renegade. L’architettura della Wrangler è sempre formata da un motore a benzina e da due elettrici, ma non forma un sistema di trazione integrale elettrificato. Infatti, l’ultima discendente della mitica Willys non rinuncia a un sistema meccanico per superare senza timore ogni tipo di asperità, anche quando le affronta senza bruciare una goccia di benzina. Con questo corredo la Wrangler 4xe conferma la strategia della Jeep di sviluppare architetture ibride plug-in differenti o full electric, per assecondare al meglio la personalità di ogni modello. Il powertrain della Wrangler 4xe sviluppa 380 cavalli e 637 Nm di coppia ed è formato da un motore di 2 litri che integra un’unità elettrica che, all’occorrenza, diventa anche un generatore di alta tensione per ricaricare la batteria. Il gruppo è abbinato a un cambio automatico a otto marce, che ospita il motore elettrico principale al posto del convertitore. Due frizioni gestite dall’elettronica consentono di collegare il sistema di trazione con il solo motore elettrico principale o di farlo lavorare assieme a quello a benzina, in base alle situazioni di marcia e alla configurazione selezionata. La rete elettrica è alimentata da una batteria agli ioni di litio

La “pila” è sistemata furbamente sotto i sedili posteriori, in una posizione protetta dagli urti in fuoristrada e dall’acqua durante i guadi. Per di più, non cannibalizza spazio a bordo della Wrangler Unlimited a passo lungo con quattro porte. Quindi, l’abitacolo e il bagagliaio offrono le stesse ampiezze, più che apprezzabili, delle versioni con motori convenzionali. L’abitacolo è immutato anche a livello di presentazione generale. Infatti, è personalizzato solo dall’indicatore a Led della carica della batteria sopra alla plancia e dall’interruttore, annegato in mezzo ad altri, sulla consolle centrale per attivare la massima rigenerazione in frenata, oltre che da quelli per configurare il powertrain. Sono previste tre modalità: Hybrid, Electric ed E-Save, che consente di mantenere la carica o di rigenerare la batteria, sebbene poi passando dal display dell’aggiornato sistema d’infotainment. Se all’interno la Wrangler 4xe non fa molto per distinguersi, altrettanto fa all’esterno. Infatti, si distingue solo per la presa per la ricarica protetta da uno sportellino sul parafango anteriore sinistro e alcune finiture blu.

Loading...

La Wrangler ibrida plug-in rispetta i canoni di famiglia anche con il dinamismo, come abbiamo constatato con la versione Sahara meno rude e pura della Rubicon.

La 4xe si avvia sempre in modalità hybrid. A bassa andatura e sfruttando la funzione massima rigenerazione per rifornire la batteria, che innesca anche una guida quasi one pedal, si viaggia facilmente a emissioni zero anche senza utilizzare la configurazione Electric. Infatti, l’unità elettrica sposta silenziosamente i 2.300 chili della 4xe senza affanni grazie ai suoi 143 cavalli e alla coppia di 245 Nm. Complessivamente, su strada questa Wrangler offre un confort apprezzabile e una buona affidabilità, ma lascia trasparire il carattere da off-road pura con il rollio e lo sterzo poco preciso. In fuoristrada, l’elettrificazione con la sua coppia istantanea ma ben graduabile permette di trasferire con precisione alle ruote la motricità ideale per superare anche i passaggi più impegnativi, dove si può sfruttare anche sull’equa ripartizione della trazione sui due assali.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti