Radiocor

Borsa: Europa debole, tensioni politiche pesano su Piazza Affari (Ftse Mib -1,5%)


Giu' banche e petroliferi, spread in rialzo (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 22 gen - Chiusura debole per le Borse europee nell'ultima seduta di una settimana segnata dall'insediamento di Joe Biden alla Casa Bianca e dalla Bce, che ha lanciato l'allarme sulla ripresa nei primi mesi del 2021. Maglia nera per Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni in calo dell'1,52%, risentendo anche della situazione politica italiana ("una maggioranza fragile rende piu' difficile la gestione del post pandemia", ha avvisato Moody's) e dello spread tra BTp e bund in rialzo a 124 punti base. A Parigi il Cac40 ha lasciato sul terreno lo 0,56% e a Francoforte il Dax30 ha limitato i danni (-0,24%) grazie al balzo di Siemens. L'andamento della pandemia, con i numeri che restano elevati a livello globale e i timori che le misure di contenimento possano durare ancora mesi, hanno frenato i listini, quando anche Wall Street e' in rosso dopo i recenti record. A livello europeo i titoli piu' penalizzati dalle vendite sono stati quelli di banche, viaggi e assicurazioni, in una giornata negativa anche per il comparto petrolifero. A Piazza Affari, in fondo al Ftse Mib ha chiuso Leonardo (-3,68%). Segno opposto per Inwit (+1,41%), complice anche la performance di Cellnex a Madrid. Il prezzo del petrolio e' in calo anche se in recupero dai minimi: il contratto sul Wti consegna Marzo perde l'1% a 52,6 dollari al barile e quello di pari scadenza sul Brent del Mare del Nord lo 0,89% a 52,6 dollari al barile. Infine, sul mercato dei cambi, la moneta unica vale 1,2175 dollari (1,216 in avvio e 1,214 ieri in chiusura) e 126,373 yen (126,05 in avvio). Il dollaro passa di mano a 103,7925 yen (103,66 questa mattina).

Red-

(RADIOCOR) 22-01-21 17:42:31 (0526)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti